La collaborazione nella regione più forte delle violenze

La riunione dei ministri degli affari esteri dei paesi dei Balcani occidentali è stata di grande importanza per la Serbia e per l’intera regione.

L’incontro è stato importante non solo all’interno del processo di adesione all’Unione europea, ma anche per il messaggio che ha mandato all’interno dell’atmosfera di intense passioni susseguita agli incidenti avvenuti durante la partita di calcio Serbia-Albania, ovvero che la cooperazione è più forte della violenza e che i problemi possonoe ssere risolti attraverso il dialogo, hanno sottolineato gli interlocutori del quotidiano Danas.

L’incontro si è tenuto a Belgrado all’hotel Metropol è ha visto, per la prima volta dalla proclamazione di indipendenza, la presenza di una delegazione ufficiale del Kosovo, guidata dal ministro degli esteri Enver Hodžaj e dal ministro per lo sviluppo economico Fadilj Ismailji, fatto estremamente importante per la normalizzazione dei rapporti tra Belgrado e Pristina. Per l’Albania hanno partecipato il ministro degli esteri Ditmir Bušati e il minitro per lo sviluppo economico, il commercio e le imprese Arben Ahmetaj. Anche la presenza di questi ultimi è stata vista come un buon viatico per la prossima visita a Belgrado il 10 novembre del primo ministro albanese Edi Rama.

La riunione ha avuto come tema “Gestione economica e connessioni” e ha visto la presenza anche dei capi delle diplomazie e dell’economia di Bosnia e Macedonia, assieme alla presenza del vicepresidente della Commissione europea  Jirki Karainen, del Commissario uscente all’allargamento Štefan File, dell’inviato speciale della presidenza italiana dell’Unione  Andrea Orizio e del segretario generale del Comitato regionale per la cooperazione Goran Svilanović.

I principali temi oggetto della discussione sono stati i programmi che possono stimolare la crescita economica, il miglioramento della gestione dell’economia e delle riforme al fine di attrarre nuovi investimenti privati nella regione. L’incontro era stato pianificato lo scorso 28 agosto, nel corso della conferenza sui Balcani occidentali promossa a Berlino dal cancelliere Angela Merkel.

(Danas, 24.10.2014)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top