La città di Belgrado non riscuoterà gli affitti degli esercizi commerciali durante lo stato di emergenza

La città di Belgrado non farà pagare gli affitti dei negozi ai commercianti mentre lo stato di emergenza è in corso, ha detto oggi il vice sindaco Goran Vesic: “La città non riscuoterà gli affitti degli esercizi commerciali perché l’attività economica nel settore dei servizi e del commercio è stata interrotta, ad eccezione della vendita al dettaglio, quindi i commercianti non hanno entrate”, ha detto Vesic. La città non fatturerà i contratti di locazione di spazi per uffici di sua proprietà durante lo stato di emergenza.

“Una volta terminato lo stato di emergenza, gli affittuari avranno 30 giorni di tempo per dichiarare come vogliono pagare il contratto di locazione degli spazi per questo periodo”, ha detto Vesic.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

Saranno offerte due opzioni: pagare il contratto di locazione, dello stato di emergenza, fino al 31 dicembre di quest’anno con uno sconto del 50% o pagare l’intero importo del contratto di locazione durante il 2021, in 12 rate mensili.

Come pagare gli affitti durante lo stato di emergenza è diventata la preoccupazione maggiore tra i commercianti subito dopo le misure economiche del Paese.

https://www.blic.rs/biznis/vesti/grad-beograd-nece-naplacivati-poslovni-prostor-dok-traje-vanredno-stanje/zmg2pm0

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... affitti esercizi commerciali, Belgrado, Goran Vesic
L’edilizia non si ferma; numero record di metri quadrati a marzo

La situazione della diffusione del virus in Serbia

Chiudi