La cinese “Zidjin” continuerà a scavare vicino a Belgrado subito dopo le elezioni?

Dopo la “conquista” della città di Bor, la compagnia cinese “Zidjin” è arrivata vicino a Belgrado e ha iniziato a scavare nella collina di Kosmaj. A causa delle pressioni dell’opinione pubblica la stessa ha fermato le ricerche sebbene i cittadini temano che sia solo propaganda pre-elettorale e che gli scavi continueranno dopo le elezioni.

La “Zidjin Mining Bor” ha deciso martedì di rinunciare a ulteriori ricerche geologiche nell’area di Babe-Ljuta Strana a Kosmaj, nei terreni vicini ai comuni di Barajevo, Sopot e Vozdovac. Come riferito dalla società, al momento non è possibile soddisfare tutte le condizioni per continuare ad ottenere i permessi necessari, quindi la ricerca è sospesa.

I primi a informare l’opinione pubblica su questo sono stati i membri di “Eko Barajevo”, mentre Marko Popovic della stessa organizzazione ha detto a “Nova.rs” che questa decisione della “Zidjin” è dovuta esclusivamente alle pressioni dell’opinione pubblica, e che se si aspetta che gli scavi continueranno subito dopo le elezioni.

“Abbiamo pensato se faccia parte di tattiche pre-elettorali o se sia a causa della pressione dell’opinione pubblica, e crediamo che sia per questo. Le elezioni sono vicine, le autorità non vogliono avere problemi. Gli accordi esistenti con i cinesi si possono realizzare anche dopo le elezioni. Per loro la cessazione delle ricerche per diversi mesi non significa nulla”. Lo stesso ha sottolineato che è sintomatico che ai cinesi sia scaduto il ​​permesso degli scavi a novembre e che abbiano deciso di ritirarsi dopo le denunce dell’organizzazione.

“Abbiamo scoperto che sono stati concessi loro i diritti di esplorazione per l’area di Bajina Basta, Kosjerić e Ljubovije per gli stessi minerali. Il fatto che i cinesi si siano ritirati da un luogo non significa assolutamente nulla. Al momento si concede qualcosa di cui nessuno è a conoscenza e di cui sentiremo le conseguenze in futuro. I cinesi non sono andati lì per scrivere per Wikipedia”, ha aggiunto Popovic.

Popovic non ha dilemmi sul fatto che il progetto riprenderà dopo le elezioni: “Sono convinto che il progetto su Kosmaj proseguirà dopo le elezioni, ma non subito, solo quando l’intera storia delle elezioni sarà risolta e si formerà un nuovo governo. Inoltre, ci aspettiamo che la pratica dannosa della non trasparenza, che è il nostro problema principale, continui. I dati vengono nascosti e loro sanno perché: se fossero un bene per il Paese, li loderebbero ad alta voce”.

Ziđin će opet kopati kod Beograda, odmah posle izbora: Upozorenje aktivista

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top