La catena di negozi SPAR prossimamente in Serbia

Una delle più grandi catene di negozi in Europa ha intenzione di venire in Serbia, lo ha confermato per il B92.net il  direttore di SPAR, Bostjan Brantusa.

“Sì, Spar ha anche progetti per la Serbia”, ha detto Brantusa ai margini del forum CEE che si terrà a Vienna.

Secondo lui, dopo la stabilizzazione del mercato in Croazia, dove ora lavorano intensamente, Spar cercherà di trasferirsi nel mercato serbo.

Per ora la società non ha stabilito una data precisa, ma il direttore sottolinea che i rappresentanti della società, e anche lui personalmente, spesso visita Belgrado e la Serbia, proprio per familiarizzare di più con il mercato. Secondo lui, “i piani saranno certamente noti in un prossimo futuro”.

Alla domanda se si tratterrà di un’acquisizione, Brantusa ha affermato che in cui Spar entrerà in Serbia dipenderà dalla situazione attuale sul mercato.

Agrokor ha scosso la regione con quello che è accaduto, in particolare il settore commerciale è stato scosso, e Brantusa conferma che questi fatti li hanno sicuramente influenzati, ma che loro comunque continuano a vedere una possibilità in Serbia.

“Sì ci ha influenzati. Posso dire che in questa situazione Spar ha preso l’iniziativa proprio perché la situazione è giusta per questo. Con l’acquisizione dei negozi Billa abbiamo ottenuto altri 20 negozi. Così Spar in questi due anni da dieci negozi è passato ad averne 100”, ha detto Brantusa.

Vuoi aprire una società in Serbia in pochi giorni? Clicca qui!

Parlando della situazione nella regione balcanica, e se nella regione ci fosse spazio per grandi società come Spar e  Lidl, che dovrebbe aprire i suoi primi negozi in Serbia entro la fine dell’anno, Brantusa dice: “Sì, c’è posto. Ho vissuto 25 anni in Slovenia, e la situazione lì era la stessa. Grandi catene di supermercati hanno cominciato uno dopo l’altro a venire, posto ce n’è ma è importante sfruttare questa concorrenza per venire in contro alle esigenze del cliente.”

Ciò significa che le grandi catene portano con sé prezzi più bassi?

“Sì, prezzi più bassi, un servizio migliore, un rapporto migliore con il cliente, e sicuramente alla razionalizzazione economica del retail”, conclude Bostjan Brantusa per B92.

https://www.b92.net/biz/vesti/srbija.php?yyyy=2018&mm=09&dd=25&nav_id=1447760

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top