La Banca nazionale serba ha acquistato altre nove tonnellate d’oro

La governatrice della Banca nazionale serba Jorgovanka Tabakovic ha dichiarato oggi che la Banca centrale ha acquistato in ottobre nove tonnellate d’oro.

Ciò è accaduto per la prima volta sul mercato internazionale e, presentando un rapporto mensile sull’inflazione, la Tabakovic ha affermato che “la Serbia si vanta di diversificare le sue riserve valutarie con attività della massima qualità”.

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

La stessa ha sottolineato che le riserve estere lorde della Banca nazionale hanno superato i 14 miliardi di euro. L’oro acquistato, ha affermato, è conservato in un luogo sicuro nella banca centrale svizzera ed è protetto da qualsiasi rischio che si può verificare nell’ambiente internazionale.

“La nuova proiezione della Banca è che la crescita del prodotto interno lordo della Serbia quest’anno sarà del 3,6%, invece del 3,5% previsto in precedenza, ed è possibile che la crescita sia ancora maggiore”, ha aggiunto la Tabakovic. Ha inoltre osservato che l’inflazione in Serbia rimane bassa e stabile e che si prevede che continuerà a esserlo anche nel prossimo periodo.

La Serbia ha 30,4 tonnellate di oro, che rappresenta circa il 10% delle riserve nette in valuta estera del Paese.

La Tabakovic ha dichiarato in una conferenza stampa che l’equivalente di 30,4 tonnellate d’oro ammonta a 1,23 miliardi di euro. Secondo lei nell’ultimo periodo sono state acquistate 21 tonnellate dalla miniera di Bor in Serbia, ai prezzi correnti di borsa, e nove tonnellate dall’estero.

La governatrice ha aggiunto che si tratta di oro di alta qualità, con una percentuale di purezza del 99,1%.

https://mondo.rs/Info/Ekonomija/a1249321/Koliko-Srbija-ima-zlata.html

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in Banca Nazionale serba, Jorgovanka Tabakovic
FMI
L’Assemblea del FMI: la Serbia è impegnata ad attuare le riforme

La Governatrice Tabakovic presenta il piano di riforma in 7 punti per il 2020 – Riduzione della tasse salariali e riforme del settore minerario ed energetico

Close