Kurti: “Siamo pronti per un accordo con la Serbia nel 2022”

Il Primo Ministro del Kosovo, Albin Kurti, ha affermato che l’obiettivo del governo del Kosovo è raggiungere un accordo tra Kosovo e Serbia sulla via della normalizzazione delle relazioni, e che l’obiettivo finale deve essere un “riconoscimento reciproco”.

In un’intervista alla TV albanese “Klan”, ha affermato che dipende soprattutto dalla Serbia se si raggiungerà un tale accordo, poiché il Kosovo è pronto per questo. “Gli accordi che non implicano un riconoscimento reciproco ovviamente non sono accettabili per noi, e non sono utili a nessuno”, ha detto Kurti.

Ha aggiunto che il raggiungimento di un accordo finale andrebbe a vantaggio di entrambe le parti, poiché ha affermato “accelererebbe il processo di integrazione dei due Paesi nella famiglia europea”. “La Serbia vuole continuare sulla strada europea, ma non potrà farlo senza il riconoscimento del Kosovo, e d’altra parte il Kosovo vuole l’integrazione europea ed euro-atlantica, e per questo occorre una completa normalizzazione dei rapporti con Serbia”, ha detto Kurti.

Tuttavia, come ha affermato Kurti, la Serbia ha dei dilemmi verso l’integrazione nell’UE perché ha un accordo di libero scambio con la Russia, acquista armi dalla Russia e fa parte dell’Unione economica eurasiatica. Il colosso “Gazprom” ha il 50% dell’industria petrolifera serba e il 51% del più grande bacino di gas della Vojvodina, e mentre loro non sono sicuri, noi siamo in puro percorso europeo e occidentale”, ha aggiunto. L’anno prossimo, secondo lo stesso, il Kosovo chiederà lo status di candidato all’UE.

Kurti: Spremni smo za sporazum sa Srbijom tokom 2022. godine

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top