Krstic: “Deficit di bilancio e debito pubblico minori del previsto”

Il Ministro delle Finanze ha dichiarato che a fine 2013 il deficit era di 179 miliardi di dinari, cioè 20 in meno rispetto a quanto previsto nella revisione di bilancio.

In un’intervista all’agenzia Beta, Krstic ha dichiarato che il risultato è stato raggiunto nonostante il minor gettito fiscale, grazie alle “misure di austerità adottate a settembre e al saldo attivo fatto registrare da alcune amministrazioni locali. Ciò dimostra che non sono stati bene distribuiti i fondi fra lo Stato e le amministrazioni locali, il che sarà una questione all’ordine del giorno, assieme alla determinazione dei metodi finanziamento della Regione della Vojvodina, la quale ha anch’essa fatto segnare un saldo attivo”.

Un’altra buona notizia è data dal fatto che il debito pubblico a fine 2013 era al 62,7% del PIL, rispetto al 64,7% preventivato. Krstic si attende che il deficit di bilancio pubblico nel 2014 sia minore rispetto al 7,1% del PIL messo in preventivo, visto che nella proiezione delle entrate e delle uscite delle casse statali non sono stati calcolati gli effetti della limitazione delle assunzioni nel settore pubblico, e altresì vi saranno minori spese grazie al progetto di risanamento delle banche pubbliche già approntato.

Stando alle parole di Krstic, è incoraggiante anche il fatto che cresce la domanda dei titoli di Stato, mentre diminuisce l’interesse su tali titoli di debito, il che significa che lo Stato si indebita meno pur finanziando il bilancio. Il piano è quello per cui la Serbia si indebiterà alla fine dell’anno con nuove emissioni di eurobond del valore di 750 milioni di euro,ma questo dipenderà dallo stato del bilancio. Ulteriori indebitamenti previsti per quest’anno sono quelli dati dalla vendita di titoli di Stato sul mercato interno e dai prestiti della Banca Mondiale, degli Emirati Arabi Uniti e della Russia; l’emissione di eurobond del valore di 750 milioni di euro dipenderà invece dalla situazione del bilancio.

(Beta, 26.01.2014)

lazar-krstic_0

Share this post

scroll to top
More in debito pubblico, deficit di bilancio
Dinkic: “Necessari gli incentivi agli investimenti”

Krstic: Bilancio responsabile e realistico
Close