KRIK: “Sinisa Mali era proprietario di 24 appartamenti in Bulgaria”

Durante un’indagine sui “Pandora papers”, i giornalisti di “KRIK” dalla Serbia si sono imbattuti in documenti che mostrano che il Ministro delle finanze serbo, Siniša Mali, era proprietario di 24 appartamenti di lusso sulla costa bulgara. Come proprietario di due società offshore delle Isole Vergini britanniche Mali avrebbe acquistato 23 appartamenti, più un altro a proprio nome.

“KRIK” afferma che la società “Trident Trust” ha prima registrato due società offshore per lui, la “Brigham Holding & Finance Inc.” e la “Etham Invest & Finance Corp.”, che poi hanno acquistato due società in Bulgaria, la “Erma 11 e la “Erul 11​​” le quali possedevano gli appartamenti. Nei documenti sull’acquisto e la vendita degli appartamenti, Sinisa Mali è stato menzionato come direttore delle società offshore delle Isole Vergini britanniche, quindi i giornalisti di “KRIK” lo hanno collegato agli immobili.

I nuovi documenti “Pandora Papers” sui certificati di proprietà sulle società rivelano che era il proprietario di queste società e che ha acquistato gli appartamenti durante il 2012 e il 2013, nel momento in cui era consulente economico e finanziario dell’allora vice Premier della Serbia, Aleksandar Vučić, scrive “KRIK”.

In quella posizione, Mali era responsabile delle trattative con gli Emirati Arabi Uniti per gli investimenti nella privatizzazione della compagnia aerea nazionale “JAT” e la costruzione di “Beograd na vodi”. Poco dopo che lo stesso aveva acquistato gli appartamenti in Bulgaria, per un valore di circa 5 milioni di euro, ha iniziato a venderli. Ne ha venduti due nel 2013 e 2014 per un totale di 120.000 euro e poi è uscito dalla proprietà nelle società offshore. Nell’agosto 2014, pochi mesi dopo essere diventato sindaco di Belgrado, Mali ha trasferito le società all’avvocatessa Ana Panajotova, che ha poi venduto diversi altri appartamenti.

La “Trident Trust” ha detto ai giornalisti che opera nel rispetto della legge e non rilascia dichiarazioni sui propri clienti. Anche la Panajotova non ha voluto commentare, dicendo solo: “Mi rifiuto di commentare, ci sono stati troppi scandali su questo”. Lo stesso Mali non ha risposto alla chiamata di un giornalista della “KRIK” per un’intervista. Negli anni precedenti aveva negato di possedere 24 appartamenti in Bulgaria.

https://www.slobodnaevropa.org/a/sinisa-mali-pandora-papiri-stanovi-bugarska-/31490745.html

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top