Kovoli.com, il regno degli autentici sapori serbi

“Ho una visione, ed è quella che mi guida”.

Così Vasilije Cetkovic, che ha deciso di abbandonare il mondo aziendale per dare sostanza al desiderio di tutta una vita, inizia a raccontare la storia della creazione di Kovoli.

Vasily ha sempre voluto mettere le sue idee e il suo lavoro al servizio dei cambiamenti positivi nella società. Ha viaggiato ampiamente in Serbia in cerca dei suoi sapori autentici. La passione verso il buon cibo, e un ardente desiderio di creare qualcosa di nuovo e diverso, e tuttavia nello spirito della tradizione, lo ha portato all’idea di condividere i migliori sapori del cibo serbo fatto in casa con gli altri, tramite Kovoli.

“So da dove proviene ogni prodotto. So chi lo ha prodotto e quali ingredienti sono stati usati. Conosco la loro storia, perché non sono sostenuti da società, ma sono persone normali che, con le loro famiglie, hanno investito la loro conoscenza, impegno e amore nei loro prodotti”, spiega Vasily, che ha visitato personalmente ogni singolo produttore, condividendone la visione. Ha incontrato persone entusiaste di collaborare con lui, perché intravedevano un grande potenziale nell’idea che i loro prodotti migliori possano raggiungere quei consumatori che apprezzano il cibo fatto in casa. Tuttavia, ha incontrato anche produttori che non sono stati altrettanto incoraggianti e che non hanno voluto nemmeno tentare di avviare una collaborazione con lui.

Tuttavia, non ha smesso di riporre fiducia nella propria idea e ha deciso di giocare “uno ad uno” nonostante I rischi di fallimento. “La mia battaglia non era contro I mulini a vento. Traeva vigore dalla forza trainante della concentrazione su un tema particolarmente importante: di quale tipo di cibo ci nutriamo? Il nucleo della nostra idea era vendere prodotto che sono strettamente legati alla cultura enogastronomica di una determinata regione. Da un lato, ci sono prodotti che sono tradizionali della Serbia e dei Balcani, mentre, da un altro lato, ci sono culture che sono relativamente sconosciute in questa parte del mondo, ma i cui cibi sono spesso prodotti qui usando ingredienti domestici.  Il commune denominatore qui è la passione che hai per il tuo lavoro e I rischi che sei disposto a correre”, spiega Vasilije.

La scelta si è focalizzata solo su quei prodotti che le famiglie consumano, salutari, fatti in casa, saporiti, e soprattutto, di ottima qualità.

“Potreste chiedermi perché faccio tutto ciò. Il motivo è che costituisce per me fonte di soddisfazione e ispirazione. Hai bisogno di queste sensazioni quando parti da zero, e quando utilizzi la tua conoscenza e la tua dedizione per costruire qualcosa di nuovo e differente. Mi piace essere parte del processo creativo che è rappresentato dallo sviluppo del prodotto e dalla gestione del business“, aggiunge Vasilije.

In cerca di soluzioni innovative, ha trovato un modo che mettere in contatto i piccoli prodottori con i consumatori, tramite il servizio di ordine e consegna online www.kovoli.com.

 

Il sito offre la possibilità di esplorare nuovi sapori di cui innamorarsi, e di apprendere di più sulla ricca cultura culinaria e artigianale locale.

Vasilije confessa che il più grande support alla sua causa gli è fornito dalla consorte. Senza di lei, racconta, tutto quello che ha realizzato sarebbe stato più complicato: senza di lei, non può immaginare di partecipare alle attività promozionali, perché il suo occhio riesce ad attribuire importanza a ciò che sfuggirebbe ad una visione maschile. Insieme, pianificano ogni singolo passo, dalla creazione del sito all’arredo del loro negozio, alla contabilità e allo smistamento dei prodotti. Entrambi provengono da famiglie nelle quali si attribuiva valore alla qualità del cibo domestico, e questo è qualcosa che intendono trasmettere anche ai loro figli. Insieme si sono prefissi lo scopo di incrementare la consapevolezza sull’importanza di conoscere la provenienza del cibo che mangiamo, e i prodotti che vengono usati per la sua produzione.

“La produzione di cibo di alta qualità dovrebbe rappresentare la nostra meta principale. Questo è quello che il mondo moderno, e l’uomo moderno, desidera. Con il tempo, la Serbia diventerà sinonimo di cibo di alta qualità per il consumo diretto”, conclude Vasilije.

Ed è questa l’essenza della missione che lo guida.

 

Un piccolo favore

Dal 2013 il Serbian Monitor offre gratuitamente ai suoi lettori una selezione accurata delle notizie sulla Repubblica di Serbia, un impegno quotidiano che nasce dal genuino desiderio di offrire un'informazione senza distorsioni su un paese troppo spesso vittima di pregiudizi e superficialità. Da novembre 2016 questo servizio viene proposto in inglese e in italiano, con sempre più articoli originali per offrire un quadro completo sull'economia, la politica, la cultura e la società del paese balcanico. Il nostro archivio è completamente gratuito, a disposizione di chiunque voglia conoscere il paese, studiarne specifici aspetti o esserne costantemente aggiornato. Questo progetto potrà proseguire solo grazie all'aiuto dei lettori, cui chiediamo un piccolo sostegno economico per continuare a garantire un'informazione sempre più ricca di contributi originali. Se apprezzate il nostro lavoro vi invitiamo a cliccare il tasto qui sotto

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... cucina, cultura tradizionale, prodotti alimentari
latte
Quanto è sano il latte in Serbia?

Qualità dei prodotti: uno standard unico per tutta l’UE
Chiudi