“Komercijalna Banka” venduta alla slovena “NLB” per 387 milioni di euro

Il Ministro delle finanze del governo della Repubblica di Serbia, il presidente del consiglio di amministrazione di “Nova Ljubljanska Banka” (NLB) Blaž Brodnjak e un membro del consiglio di amministrazione, Archibald Kremser, hanno firmato ieri l’accordo sulla vendita dell’83,23% delle azioni ordinarie di “Komercijalna banka”. Firmando questo accordo, la banca riceverà un nuovo partner strategico, che assumerà la direzione della banca dopo il completamento della transazione.

Entro la fine della transazione, la Repubblica di Serbia riceverà un totale di oltre 450 milioni di euro. Le azioni della Serbia in “Komercijalna Banka” sono state vendute per 387,02 milioni di euro.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

Lo scorso anno “Komercijalna Banka” ha registrato un utile record di circa 74 milioni di euro. La banca detiene circa l’11% del mercato in Serbia ed è la terza banca più grande del Paese in termini di attività. Impiega 2.744 persone e ha aumentato la produttività dei lavoratori del 20% negli ultimi quattro anni. La Banca ha poco più di 200 filiali in Serbia e opera anche in Montenegro e nella Repubblica serba di Bosnia.

Secondo i dati del sito web della Banca “NLB”, lo Stato della Slovenia possiede il 25% delle azioni della banca, mentre circa il 62% delle azioni è gestito dalla “Melon Bank” di New York. Uno dei piccoli azionisti è la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo. L’anno scorso, la banca ha generato un utile netto di 193 milioni di euro.

È l’unica società slovena le cui azioni sono quotate alla Borsa di Lubiana e di Londra. Con l’acquisizione di “Komercijalna Banka”, la “NLB Bank” diventa l’unico gruppo finanziario internazionale presente in tutti i mercati dell’ex Jugoslavia. La banca ha ripetutamente sottolineato che il mercato serbo è molto importante per loro, e che la Serbia ha un potenziale ad alti tassi di crescita.

La vendita di “Komercijalna Banka” era iniziata ufficialmente a maggio 2019 quando il Ministero delle finanze aveva pubblicato un invito pubblico a raccogliere dichiarazioni di interesse per l’acquisto. A potenziali clienti era stato chiesto di essere impegnati nel settore bancario negli ultimi tre anni e una delle condizioni era che il loro patrimonio totale valesse oltre un miliardo di euro alla fine del 2018.

Inoltre, gli acquirenti potevano essere investitori che gestivano attività di almeno un miliardo di euro o che avevano avuto un contributo azionario minimo del 20% in almeno un gruppo bancario negli ultimi dieci anni, e le cui attività fossero di oltre un miliardo di euro in almeno uno degli anni del periodo di investimento.

https://www.srbijadanas.com/biz/vesti/komercijalna-banka-prodata-za-38702-miliona-evra-vlada-srbije-i-nlb-banka-potpisali-ugovor-o-2020-02-26

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in Azioni, Komercijalna Banka, NLB
Djilas: “La Serbia si sta trasformando in una colonia con la vendita di tutto ciò che ha”

“Komercijalna Banka” venduta alla slovena “NLB”

Close