Koha: “Francia e Germania sono per l’autonomia del Nord del Kosovo”

Il quotidiano di Pristina “Koha” ha visionato un documento “non-paper”, compilato da Germania e Francia, come parte di un’iniziativa congiunta dei due Paesi per continuare il dialogo tra Belgrado e Pristina e concluderlo con un accordo finale.

Il giornale non ha confermato l’autenticità di questo documento, ma alcuni diplomatici, contattati dal giornale, hanno confermato “più o meno” che i punti del documento sono in linea con quello che dovrebbe essere l’argomento di discussione e la continuazione del dialogo.

Il redattore capo, Agron Bajrami, ha scritto su Twitter diversi punti di quel documento, tra cui il fatto che Serbia e Kosovo rispetteranno la sovranità e l’integrità reciproche, che ci sarà una regione autonoma nel Kosovo settentrionale, che Mitrovica sarà zona doganale e che tutti gli accordi precedenti dovranno essere rispettati; un accordo sarà raggiunto entro febbraio 2022, e fino ad allora ci sarà una moratoria sul lobbismo a favore e contro il riconoscimento dell’indipendenza del Kosovo.

L’11 maggio è previsto un nuovo ciclo di negoziati tra Belgrado e Pristina, ha annunciato oggi il capo della diplomazia europea, Josep Borrell. “È importante per la delegazione serba vedere le richieste degli albanesi”, ha detto il Presidente della Serbia, Aleksandar Vučić, dopo i colloqui con i funzionari europei a Bruxelles, ma ha anche aggiunto che la Serbia non ha richieste, tranne una “normale, cioè che venga soddisfatto tutto quello che avevamo concordato”.

Alla domanda se si aspetta colloqui produttivi con il Premier del Kosovo Albin Kurti l’11 maggio, Vucic ha detto che non c’è bisogno di affrettarsi e che la cosa più importante è tenere dei colloqui. “Non bisogna aspettarsi troppo da un incontro, ma è bene che gli incontri esistano, per parlare, ed è sempre possibile calmare le tensioni”, ha aggiunto.

La reazione da Pristina conferma che il governo del Kosovo non è stato informato di questo.

“L’ufficio del Primo Ministro non ha ricevuto alcun invito o notifica per l’incontro tra Kosovo e Serbia dell’11 maggio. Forse questa era un’idea o un accordo solo con Belgrado, ma non con noi”, ha scritto su Facebook il portavoce del governo del Kosovo Perparim Kryeziu, riferisce “KoSSev”, sottolineando che “le date, i luoghi e gli ordini del giorno degli incontri hanno senso nel caso in cui ci sia un accordo e non quando sono imposti unilateralmente”.

Kryeziu ha confermato che il Premier del Kosovo Albin Kurti si recherà a Bruxelles, affermando che anche il vice Primo Ministro Besnik Bislimi e la Ministra degli esteri Donika Gervalla-Schwarz andranno con lui.

DOKUMENT Kohe: Nemci i Francuzi za autonomiju Severa Kosova

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top