Kirby: L’entrata nella UE richiede trasformazioni, l’economia serba deve cambiare

L’Ambasciatore americano a Belgrado Michael Kirby ritiene che l’entrata nella UE non significhi solo l’allargamento e l’accesso al mercato, ma anche un serio compito per la Serbia, la quale deve capire che la propria economia deve cambiare e divenire più concorrenziale sul lungo periodo

Con l’ingresso nell’Unione – ha dichiarato Kirby durante la conferenza “La Serbia sulla strada per la UE: i riflessi sull’economia” presso l’organizzazione Business Info Group – l’economia serba dovrà prepararsi a una maggiore pressione e determinare dove si troverà fra 10-15 anni. “La Serbia deve vedere come preparare le prossime generazioni di lavoratori per le capacità e le esperienze richieste dalle nuove tecnologie, e dovrebbe fare questo subito, per essere in una posizione migliore quando entrerà nella UE”, ha detto Kirby. Il problema più grande dell’odierna economia serba è segnato per Kirby dalla mancanza di innovazione, dovuta al fatto che scienza e affari non comunicano fra di loro. Egli ha avvisato del fatto che non ci sono abbastanza esperti e che il Governo deve fare qualcosa per cambiare il sistema formativo: “Le scuole devono conformare i propri programmi alle richieste delle tecnologie moderne, visto che le compagnie cercano forza lavoro in funzione delle proprie esigenze”, ha concluso Kirby.

(Blic.rs, 27.06.2013)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top