Johnson Electric vuole investire 50 milioni a Nis

“Johnson Electric” ha chiesto 2,6 ettari di terreno edificabile nella zona industriale “Sever” a Nis, dove questa azienda intende costruire un nuovo impianto di produzione da 13.000 metri quadrati per motori elettrici.

Sulla base di un protocollo d’intesa che è stato firmato nel 2015, la “Johnson Electric” investirà 50 milioni di euro per la costruzione di questo nuovo impianto di produzione che nel arco di prossimi cinque anni impiegherà un minimo di 2.400 lavoratori.

Il Comune di Nis ha approvato una bozza dello studio di fattibilità, pubblicata sul sito ufficiale della città, per l’assegnazione di un terreno edificabile di titolo gratuito a “Johnson Electric”.

“Johnson Electric”, leader nella produzione di componenti elettrici per l’industria automobilistica, ha implementato con successo la prima fase degli investimenti, che ha comportato la costruzione di un impianto da 10.000 metri quadrati nella zona industriale di Nis. La produzione in questo stabilimento è stata avviata nel 2014, e l’investitore attualmente impiega 500 lavoratori.

Uno degli obblighi della società in base al protocollo d’intesa è quello di assumere al minimo altri 1.000 lavoratori entro la metà del 2016.

(Ekapija, 03.02.2016)

Share this post

scroll to top
More in Investimento, Johnson Electric, NIS
Fiat ancora maggiore esportatore serbo

Kravchenko: NIS licenzia oltre 200 dipendenti 

Close