Jeremic: “L’affluenza alle urne sarà maggiore rispetto alle precedenti elezioni, ma il successo del boicottaggio non sarà misurato da questo…”

Il presidente del Partito popolare (“Narodna stranka”), Vuk Jeremic, ha detto in una trasmissione su “N1” che l’affluenza alle elezioni di primavera sarà maggiore rispetto alle elezioni precedenti, ma che il successo o meno del boicottaggio non sarà misurato da questo dato.

“Il successo del boicottaggio sarà misurato dal tempo che intercorrerà tra le elezioni e la caduta di Aleksandar Vucic. Non sarete in grado di dire il giorno delle elezioni quanto successo abbia avuto il boicottaggio; il motivo principale di questa decisione è che siamo convinti che è l’unica cosa in grado di ridurre la durata del regime”, ha sottolineato Jeremic.

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

La decisione di boicottare le elezioni è stata presa per prima dal Partito Popolare: “Questo non è solo un boicottaggio delle elezioni, questo è il sabotaggio di questo ordine, di questo sistema. Le elezioni sono solo uno degli elementi che il Partito Popolare non intende più accettare”, ha continuato Jeremic.

Lo stesso ritiene che le condizioni elettorali siano state scoperte a Medvedja.

“Probabilmente viviamo sotto un regime di violenza senza precedenti dello Stato e della società al fine di obbligare il maggior numero possibile di persone ad andare a votare. L’obiettivo del regime è raggiungere un’alta percentuale di affluenza alle urne. Credo che la lista elettorale sarà ridotta e la mia opinione è che l’affluenza alle urne sarà maggiore rispetto alle precedenti elezioni”.

Tuttavia, Jeremic sostiene che il successo del boicottaggio non sarà misurato dalla percentuale di affluenza alle urne.

“Il successo del boicottaggio sarà misurato dal tempo che intercorrerà tra le elezioni e la caduta di Aleksandar Vucic. Non sarete in grado di dire il giorno delle elezioni quanto successo abbia avuto il boicottaggio; il motivo principale di questa decisione è che siamo convinti che è l’unica cosa in grado di ridurre la durata del regime. Solo il boicottaggio mette in discussione la legittimità di un tale regime”.

L’ultima importante organizzazione che deve decidere sul boicottaggio delle elezioni è il “Pokret slobodnih građana” (il Movimento dei cittadini liberi).

“Il “PSG” non ha ancora preso una decisione, ma spero sinceramente che sarà presa e che non andrà alle elezioni con questa farsa, regia, reality, diretti da Aleksandar Vucic. Chiunque accetti di partecipare a questo tipo di cose diventerà una marionetta del regime; il Partito Popolare non lo sarà”, afferma Jeremic.

Lo stesso sostiene che l’OSCE non può assicurare condizioni elettorali eque e democratiche: “Possono solo osservare, nient’altro; noi da soli dobbiamo assicurare elezioni eque e giuste mentre l’OSCE può solo osservare”, ha concluso.

Jeremić: “Izlaznost će biti veća nego na prethodnim izborima, ali se uspeh bojkota neće meriti time…”

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top