Jeremic: “I negoziati riguardo la demarcazione in Kosovo avvengono dietro le quinte!”

Il presidente del Partito popolare Vuk Jeremic ha dichiarato che i negoziati più intensi di demarcazione in Kosovo sono in corso, e che per conto del Presidente della Serbia Aleksandar Vucic con i più alti funzionari internazionali discute l’ex primo ministro britannico, Tony Blair.

“Ne sono sicuro. Blair, nella prima settimana di luglio, a Belgrado, ha ricevuto un mandato da Vucic per parlare con le principali capitali mondiali sulla demarcazione a suo nome”, ha detto Jeremic in un’intervista per il giornale Blic.

Jeremic, ex ministro degli esteri, afferma che, la scorsa settimana, Blair abbia avuto a Berlino un colloquio con la cancelliera tedesca Angela Merkel, e che questa settimana, invece, li avrà con gli alti funzionari degli Stati Uniti.

“Chiedo apertamente al nostro governo, se è vero che Blair non è pagato dalla casse dello Stato, chi lo sta pagando allora a fare questi colloqui e che cosa si aspettano dalla Serbia quelli che lo stanno pagando”, dice Jeremic.

Il presidente del Partito Popolare ha sottolineato che l’emergere delle unità speciali del Kosovo ROSU a Gazivoda merita la condanna più forte, ma che tuttavia questo non è altro che una messa in scena pensata da Vucic e Thaci insieme, perché vogliono attirare l’attenzione sul fatto che i negoziati di demarcazione più intensi si svolgono dietro le quinte.

“Vucic parlando ad una sessione del SNS in cui ha annunciato in modo patetico la sconfitta della sua politica del Kosovo è un puro inganno del pubblico locale. Si tratta di una delle manovre più pericolose e dannose che Aleksandar Vucic ha messo in atto per quanto riguarda il Kosovo da quando è salito al potere”, ha detto Jeremic.

Vuoi aprire una società in Serbia in pochi giorni? Clicca qui!

Jeremic, che è anche ex presidente dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, ha detto che recentemente la Prima Ministra Ana Brnabic, con il suo recente discorso alla riunione dell’Assemblea dell’Organizzazione mondiale, ha “piuttosto imbarazzato e causato gravi danni” la posizione negoziale della Serbia sul Kosovo.

“Il podio dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite è un luogo estremamente formale dove ogni parola detta viene misurata prima. Tutti hanno notato che il capo della delegazione serba, menzionando il Kosovo, non ha menzionato la risoluzione 1244, né ha ringraziato i paesi che non hanno riconosciuto il Kosovo”, ha detto Jeremic.

 

http://www.021.rs/story/Info/Srbija/198314/Jeremic-Iza-kulisa-u-toku-pregovori-o-razgranicenju-na-Kosovu-i-Metohiji.html

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... Aleksandar Vucic, Ana Brnabic, Kosovo, Partito Popolare, Tony Blair, UN
Vucic: Due grandi società cinesi IT arrivano in Serbia

L’ex direttore della CIA per i Balcani, Steven Meyer dichiara: l’America accetterà il cambio di confine nei Balcani

Chiudi