Jeremic si candida alle elezioni presidenziali

L’ex Ministro degli Esteri serbo e Direttore del Centro per la cooperazione internazionale e lo sviluppo sostenibile, Vuk Jeremic, ha annunciato la sua intenzione di candidarsi alla Presidenza della Serbia, perché “ama la Serbia e non assisterà al suo deterioramento”.

Nel corso del raduno “La Serbia nel 2017”, tenutosi a Belgrado, Jeremic ha dichiarato: “ho fiducia nel fatto che insieme possiamo cambiare questo sistema retrogrado, e creare un paese degno, sovrano e sviluppato, una Serbia in cui i cittadini potranno essere liberi, sicuri e indipendente. Un paese in cui non dovremo sussurrare, ma parlare forte e chiaro”.

Jeremic ha aggiunto che, qualora venisse eletto, sarà il presidente di tutti i cittadini, sosterrà una Serbia economicamente più avanzata, lavorerà per rendere possibile l’incremento delle esportazioni e la spesa personale, e insisterà sulla neutralità militare del paese. Una delle sue prime mosse sarebbe poi l’abolizione delle legge sulle pensioni più basse, e la prevenzione della fuga dei cervelli.

Jeremic sostiene inoltre la necessità di proseguire il cammino verso l’adesione all’UE, ma anche, nel contempo, la necessità di coltivare le relazioni con la Russia, perché “nel 21° secolo la Serbia avrà successo solo se trova un terreno comune con il resto del mondo”.

Dijana Vukomanovic, Sanda Raskovic Ivic, Veroljub Stevanovic, Janko Veselinovic e Borislav Novakovic erano presenti per manifestare il proprio supporto alla candidatura di Jeremic.

Il supporto di Sanda Raskovic Ivic rappresenta in realtà una sorpresa considerando la sua appartenenza al Partito Democratico di Serbia (DSS) e la sua vicinanza al partito politico Dveri. Quando gli è stato chiesto chiesto perché ha scelto di sostenere Jeremic, Raskovic-Ivic ha risposto che il presidente serbo dovrebbe essere il presidente di tutti i cittadini, tanto di quelli euro-scettici che degli euro-appassionati.

(Beta, 15.01.2017)

http://beta.rs/vesti/politika-vesti-srbija/51551-jeremic-najavio-da-ce-se-kandidovati-za-predsednika-srbije

Un piccolo favore

Dal 2013 il Serbian Monitor offre gratuitamente ai suoi lettori una selezione accurata delle notizie sulla Repubblica di Serbia, un impegno quotidiano che nasce dal genuino desiderio di offrire un'informazione senza distorsioni su un paese troppo spesso vittima di pregiudizi e superficialità. Da novembre 2016 questo servizio viene proposto in inglese e in italiano, con sempre più articoli originali per offrire un quadro completo sull'economia, la politica, la cultura e la società del paese balcanico. Il nostro archivio è completamente gratuito, a disposizione di chiunque voglia conoscere il paese, studiarne specifici aspetti o esserne costantemente aggiornato. Questo progetto potrà proseguire solo grazie all'aiuto dei lettori, cui chiediamo un piccolo sostegno economico per continuare a garantire un'informazione sempre più ricca di contributi originali. Se apprezzate il nostro lavoro vi invitiamo a cliccare il tasto qui sotto

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top