James Hooper: “La Merkel ha bloccato l’accordo tra Vucic e Thaci, Macron ora in ricognizione”

“Aleksandar Vucic e il Ministro Hashim Thaci avevano raggiunto un accordo sul Kosovo, che però è stato respinto dalla Germania e il Presidente francese Emanuel Macron ha ora ha una missione di ricognizione per determinare le possibilità di rinnovare il dialogo Serbia-Kosovo”, ha detto a “Voice of America” James Hooper, balcanologo ed ex diplomatico statunitense.

Hooper ha sottolineato che Macron arriva oggi a Belgrado su iniziativa della cancelliera tedesca Angela Merkel, che, come afferma, ha bloccato l’accordo che le due parti avevano praticamente concordato.

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

“In tutto questo c’è qualcosa di incredibile, i leader serbi e kosovari avevano ideato un concetto legato alla demarcazione dei confini, che comprendeva piccoli scambi di territori, ma questa soluzione non è stata accettata dagli europei”, ha detto Hooper.

“Soprattutto la Germania, la cui posizione è cruciale. E’ incredibile che l’accordo globale sia stato respinto e che non sia stata offerta alcuna soluzione alternativa. La cancelliera tedesca Angela Merkel ha dato ora a Macron il compito di vedere se esiste un modo che l’accordo saltato porti a una discussione per una nuova soluzione”.

L’esperto americano aggiunge che la Germania ha, di fatto, agito coordinatamente con il primo ministro del Kosovo Ramush Haradinaj, il quale ha “bloccato un accordo sul Kosovo giocando la carta nazionalista”, mentre “la Cancelliera ha bloccato l’accordo all’interno dell’Unione europea, in occasione del recente vertice dei Balcani occidentali a Berlino.”

“Dopo una conversazione piuttosto dura con Aleksandar Vucic è saltato tutto; sono sicuro che le parti si erano accordate al fine di contribuire in modo significativo all’ingresso più veloce della Serbia nell’Unione europea, e all’adesione alle Nazioni Unite del Kosovo”, sostiene Hooper.

L’insuccesso a Berlino significa una possibile fine del raggiungimento di un accordo globale in linea di principio. Non esiste un’alternativa valida a un accordo globale, che per sua natura richiede un adeguamento territoriale, cosa però che la Merkel rifiuta come parte della soluzione”, ha concluso l’ex diplomatico.

http://rs.n1info.com/Vesti/a499405/Dzejms-Huper-o-dogovoru-Vucica-i-Tacija.html

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in Aleeksandar Vucic, Angela Merkel, Hashim Thaci
Vučić incontra il lobbista Eliot Engel: “Mi ha detto che vuole essere amico dei serbi”

Vucic: “Posso dire con fiducia che il summit di Parigi non si terrà”

Close