Iva più alta su beni di prima necessità, salari più bassi e stop ad assunzioni nel settore pubblico

Venerdì sera il Parlamento di Serbia ha adottato un set di 11 leggi, prerequisito per l’approvazione della legge di bilancio 2014, la cui discussione inizierà oggi.

Durante la maratona parlamentare, protrattasi oltre le 11 di sera, sono stati discussi 78 emendamenti, tra i quali sono stati approvati alcuni inerenti la legge sul sistema di spesa pubblico, sull’assicurazione pensionistica e infortunistica, sulla tassazione dei redditi, sul tabacco, sull’Iva, sull’amministrazione e le procedure fiscali, sull’assistenza sociale obbligatoria, sulla riduzione dei salari netti nella pubblica amministrazione, sulla restituzione dei beni confiscati dopo la seconda guerra mondiale e sulle indennità di carica.

Sulla base di quanto approvato le assunzioni nel settore pubblico saranno bloccate per due anni, fino al 31 dicembre 2015. Le modifiche alla legge sulle pensioni stabiliscono due incrementi all’anno per gli assegni pensionistici nel periodo compreso tra aprile 2014 e ottobre 2016.

In base alle modifiche all’imposta sul valore aggiunto, dal primo gennaio 2014 sui beni di prima necessità l’Iva passerà dall’8 al 10% mentre sulle apparecchiature elettroniche e i computer arriverà al 20%.

(Tanjug, 8.12.2013)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top