IVA al 10% per alberghi, trasporti e costruzioni

Il Parlamento della Serbia ha approvato emendamenti alla Legge sull’Imposta del Valore Aggiunto (IVA), alla Legge sulle Tasse Amministrative statali, alla Legge sulle ipoteche e alla Legge sulla ratifica dell’accordo-quadro del prestito della Banca di  Sviluppo del Consiglio d’Europa e la Repubblica di Serbia.

Il ministro delle finanze Dusan Vujovic ha dichiarato oggi che con gli emendamenti alla Legge sull’IVA saranno equiparati le tasse su tutti tipi di servizi alberghieri al 10%, così come i servizi nell’edilizia e nei servizi di trasporto pubblico urbano e suburbano saranno equiparati con il tasso di servizi di trasporto nazionale e internazionale al 10%.

Negli emendamenti alla Legge sull’IVA le persone giuridiche avranno diritto a un rimborso IVA per l’acquisto dei beni su quanto seque: elettrodomestici, apparecchi TV e radio, opere d’arte e oggetti di decorazione utilizzati negli uffici e negli immobili adibiti alle attività aziendali.

Il Parlamento ha adottato la Legge sulla ratifica dell’accordo quadro del prestito della Banca dello Sviluppo del Consiglio d’Europa e la Repubblica di Serbia per un ammontare di 18 milioni di euro, e questi fondi saranno usati per la costruzione di una nuova unità carceraria secondo gli standard europei alla periferia di Pancevo. Il prestito coprirà il 60% del progetto, ed il resto sarà ottenuto attraverso donazioni.

Tanjug, 29.9.2015

Share this post

scroll to top
Altro... adesione UE, economia, IVA
Finanziamento statale per le aziende con interesse di 1%

Lo stipendio medio ad agosto a 44.630 dinari: rispetto a luglio meno 2,1%

Chiudi