Istruzione: gli insegnanti protestano contro la nuova legge del Governo

Diverse centinaia di impiegati del settore pubblico dell’Istruzione serbo si sono radunati nel centro della capitale, Belgrado, esortando il governo a ritirare la nuova proposta di legge sui dipendenti pubblici e chiedendo un aumento del loro salario del 25%.

I manifestanti si sono riuniti davanti alla sede del governo a Belgrado il 28 settembre, sventolando bandiere con slogan come “la solidarietà è la nostra arma” o “ci hai portati in fondo”.
Il raduno è stato organizzato dai sindacati, che si sono impegnati a proseguire la protesta fino a quando le autorità accetteranno di soddisfare le loro richieste.
Secondo un disegno di legge adottato dal Parlamento il 26 settembre, il Ministero dell’istruzione è responsabile della nomina dei dirigenti scolastici e può designare gli insegnanti senza alcun controllo indipendente.
I critici sostengono che la legge proposta priverebbe i dipendenti del servizio pubblico dei loro diritti.
Il Presidente deve ancora apporre la firma che ratificherà il disegno di legge.
Il reddito medio mensile per gli insegnanti in Serbia è di circa 360 euro (424 dollari).

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Read previous post:
patrimonio
Patrimonio artistico serbo in Kosovo: la mostra alla Galleria SANU

Matic
Matic: l’importanza strategica della Serbia per le aziende cinesi

Close