Iniziati i lavori per la nuova sede dell’Istituto “Biosense”

A Novi Sad posata la prima pietra del nuovo edificio dell’Istituto “Biosense”, contrassegnato come Centro europeo di eccellenza; nell’occasione la Premier Ana Brnabić ha affermato che per iniziare il progetto sono stati necessari lavoro, impegno e lotta.

Ana Brnabić ha dichiarato che sono state gettate le basi per un ulteriore progresso scientifico della Serbia e un ulteriore posizionamento del Paese sulla mappa dell’innovazione del mondo.

“L’atto odierno della posa della prima pietra per la costruzione dell’edificio ‘Biosense’, che finora era nell’edificio del rettorato dell’Università di Novi Sad, getta le basi per ulteriori progressi scientifici della Serbia e per un ulteriore posizionamento del nostro Paese sulla mappa dell’innovazione nel mondo”.

La Brnabić ha sottolineato che l’inizio della costruzione dell’edificio aiuterà a diffondere l’immagine della Serbia come un Paese che può offrire innovazioni, intelligenza e lavoro, e non un Paese che offre manodopera a basso costo.

L’intero edificio dell’Istituto “Biosense” sarà finanziato tramite il progetto “Antares”, del valore di 28 milioni di euro; i lavori di costruzione solo su questo edificio costeranno più di 7 milioni di euro, arrivati da un prestito della Banca europea per gli investimenti (BEI). La nuova sede del Centro europeo di eccellenza coprirà quasi 7.000 metri quadrati di spazio.

“Grazie alla BEI e all’Unione Europea per aver riconosciuto l’importanza di questo progetto, perché anche i nostri partner ci hanno detto che ‘Biosense’ diventerà un Centro Europeo di eccellenza in Europa. È l’unico Centro di eccellenza in Europa al di fuori dell’Unione Europea”, ha sottolineato la Brnabic.

Come precedentemente annunciato, il nuovo edificio di questo istituto sarà unico nel suo genere nel Paese, perché grazie alle speciali caratteristiche antivibranti della struttura, consentirà l’utilizzo delle più moderne apparecchiature scientifiche necessarie per lo sviluppo della micro e nano elettronica, sensori e altri dispositivi. In questo modo, gli agricoltori serbi avranno a disposizione un potente strumento nel loro lavoro, oltre a rese più sane e più elevate, poiché il nuovo edificio renderà il lavoro più facile agli scienziati impiegati.

Il nuovo edificio coprirà poco meno di 7.000 mq e, vista la qualità dei progetti in cui sarà coinvolto il “Biosense” potrebbe attrarre un gran numero di giovani professionisti che hanno lasciato la Serbia nonché altri colleghi da tutta Europa.

https://www.rts.rs/page/stories/sr/story/125/drustvo/4386335/novi-sad-biosens-izgradnja.html

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Leggi articolo precedente:
sondaggio
L’SNS ha investito mezzo milione di euro in sondaggi

Dal 4 giugno a Novi Sad teatro sotto le stelle

Chiudi