Iniziata all’istituto “Torlak” la produzione del vaccino russo “Sputnik V”

Il Fondo russo per gli investimenti diretti (RDIF) ha annunciato sul suo sito web di aver avviato la produzione del vaccino russo “Sputnik V” in Serbia, in collaborazione con l’istituto “Torlak”. Il fondo russo afferma che la Serbia è diventata il primo Paese dell’Europa meridionale a produrre lo “Sputnik V”. La produzione soddisferà i migliori standard nella produzione del vaccino, riferisce “N1”.

Il vaccino, hanno aggiunto, potrebbe essere successivamente esportato in altri Paesi della regione. La vaccinazione con il vaccino russo è iniziata in Serbia il 6 gennaio 2021, ricorda il Fondo russo.

Ad oggi, lo “Sputnik V” è registrato in 60 Paesi in tutto il mondo con una popolazione totale di 3 miliardi di persone, riferisce il Fondo, aggiungendo che l’efficienza dello “Sputnik V” è del 91,6%”, come confermato dai dati pubblicati su “Lancet”, una delle riviste mediche più rispettate. Anche il Ministro serbo Nenad Popović ha annunciato sul suo account Twitter che la prima produzione è stata conclusa.

Nell’ambito dell’accordo raggiunto tra il Fondo russo per gli investimenti diretti e l’Istituto “Torlak” in Serbia, la produzione del vaccino “Sputnik V” è stata avviata con successo in un breve periodo di tempo. “La Serbia è il primo Paese europeo ad iniziare a produrre un vaccino russo”, ha confermato il direttore del Fondo russo Kiril Dmitrijev.

https://www.danas.rs/drustvo/u-torlaku-pocela-proizvodnja-ruske-vakcine-sputnjik-v/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... Sputnik V, Torlak
Dove è stato prodotto il vaccino antinfluenzale?

Lunghe code a Belgrado per eseguire il tampone COVID-19

Chiudi