Iniziano i negoziati per l’aumento del salario minimo

Ieri sono iniziati i negoziati tra il governo serbo, l’Unione dei datori di lavoro della Serbia (UPS) e l’Unione dei sindacati indipendenti della Serbia (SSSS) sull’aumento del salario minimo nel 2024.

Durante l’incontro, i sindacati hanno fatto notare perché non hanno ricevuto per iscritto il motivo per cui il salario minimo non è stato aumentato anche quest’anno. Solo il Consiglio sociale ed economico è stato informato che non ci sarà un aumento del salario minimo perché l’inflazione è del 14,3%.

Durante la riunione, il rappresentante del Ministero delle Finanze ha affermato che le circostanze erano sfavorevoli e che, poiché tutte le precedenti previsioni sulla crescita dell’inflazione si sono avverate, l’unico momento in cui sarebbe stato possibile aumentare il salario minimo sarebbe stato il prossimo anno.

Sebbene durante l’incontro non siano state avanzate proposte concrete, il Ministero delle Finanze ha comunque annunciato che l’aumento del salario minimo sarà a due cifre e che anche la parte non tassabile del salario aumenterà, a vantaggio dei datori di lavoro.

“Abbiamo concordato che il secondo incontro si terrà venerdì 25 agosto, durante il quale presenteremo proposte più concrete. L’aumento dovrebbe essere a due cifre, anche se non ci sono le basi per farlo perché gli indicatori economici non parlano a favore di una tale decisione, questo è ciò che verrà proposto. Noi dell’Unione stiamo aspettando di vedere cosa offrirà il più grande datore di lavoro, cioè lo Stato, e in base a questo valuteremo se la proposta è adatta alla maggioranza o meno”, ha dichiarato il presidente onorario dell’Unione dei datori di lavoro serbi (UPS), Nebojša Atanacković.

Prima dell’inizio dei negoziati sul salario minimo, la Federazione dei sindacati indipendenti della Serbia (SSSS) ha pubblicato un’analisi intitolata “Profitti, salari e pensioni nella Repubblica di Serbia”, che indica bassi tassi di crescita del prodotto interno lordo (PIL) e della produzione industriale lo scorso anno, nonché una riduzione dei salari reali e delle pensioni e una crescita particolarmente elevata dei profitti nel settore delle imprese.

(Biznis.rs, 21.08.2023)

https://biznis.rs/vesti/srbija/dvocifreno-povecanje-minimalca-u-2024-godini-poslodavcima-rast-neoporezivog-dela-zarade/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top