Infrastrutture ferroviarie: i progetti di modernizzazione per il 2017

Il Ministero delle Costruzioni, Trasporti e Infrastrutture ha in cantiere, per il 2017, la modernizzazione di 255 chilometri di linee ferroviarie in Serbia.

Oltre ad investire nel segmento ferroviario del Corridoio 10, il Ministero prevede investimenti a lungo termine nel settore delle infrastrutture ferroviarie, del valore di 1,1 miliardi di euro nelle principali linee, e 400 milioni di euro nelle ferrovie regionali in Serbia.

I progetti più importanti nel prossimo futuro saranno quelli relativi al proseguimento della ricostruzione della linea ferroviaria da Valjevo al confine montenegrino, e la ricostruzione della ferrovia Pancevo-Romania in vista del collegamento con il segmento ferroviario del 4° Corridoio.

Vida Jerkovic, del Ministero delle Costruzioni, Trasporti e Infrastrutture, sottolinea che la Serbia ha avviato una proficua collaborazione con la Russia, in merito all’attuazione del prestito di 800 milioni di dollari.

“Quest’anno, abbiamo intenzione di impiegare i fondi del prestito russo nel progetto di completamento della sezione lunga ben 15 chilometri nel sud della Serbia, tra Vinarce e Djordjev, così come nel segmento Resnik – Valjevo, lungo 78 chilometri. Investiremo un totale di 94 milioni di dollari per ricostruire queste due linee ferroviarie”, spiega Jerkovic.

Inoltre, verranno costruite gallerie e viadotti in corrispondenza della linea Stara Pazova-Novi Sad: i lavori sarann finanziati ancora dal prestito russo. Le linee Belgrado Centro-Stara Pazova, Pancevo-Dimitrovgrad, e Resnik-Rakovica saranno anche oggetto di lavori nel corso del 2017: un totale di 255 chilometri di linea ferroviaria dovrebbe essere ricostruiti.

Jerkovic aggiunge che dovrebbero prendere il via anche i lavori per la costruzione di una linea veloce, grazie alla quale i treni sarebbero in grado di sviluppare velocità fino a 200 chilometri all’ora, nel quadro del progetto della ferrovia Belgrado-Budapest. Inoltre, un centro di smistamento treni verrà costruito, in seguito al raggiungimento di un accordo tra Serbia e Russia a proposito della progettazione di questa struttura.

(eKapija, 16.03.2017)

http://www.ekapija.com/website/sr/page/1700351/Tokom-2017-godine-radovi-na-255-kilometara-pruga-Uz-Koridor-10-u-planu-ulaganje-jo%C5%A1-1-5-mlrd-EUR

Un piccolo favore

Dal 2013 il Serbian Monitor offre gratuitamente ai suoi lettori una selezione accurata delle notizie sulla Repubblica di Serbia, un impegno quotidiano che nasce dal genuino desiderio di offrire un'informazione senza distorsioni su un paese troppo spesso vittima di pregiudizi e superficialità. Da novembre 2016 questo servizio viene proposto in inglese e in italiano, con sempre più articoli originali per offrire un quadro completo sull'economia, la politica, la cultura e la società del paese balcanico. Il nostro archivio è completamente gratuito, a disposizione di chiunque voglia conoscere il paese, studiarne specifici aspetti o esserne costantemente aggiornato. Questo progetto potrà proseguire solo grazie all'aiuto dei lettori, cui chiediamo un piccolo sostegno economico per continuare a garantire un'informazione sempre più ricca di contributi originali. Se apprezzate il nostro lavoro vi invitiamo a cliccare il tasto qui sotto

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top