Inflazione: la NBS mantiene il tasso di riferimento al 4%

Durante la riunione del Comitato Esecutivo tenutasi giovedì 13 ottobre, la Banca Nazionale di Serbia ha deciso di mantenere il tasso di riferimento al livello attuale del 4%, considerando che il tasso di inflazione dovrebbe rientrare all’interno della fascia di tolleranza intorno alla metà del 2017.

Secondo le previsioni della Banca, l’andamento dell’inflazione dovrebbe essere influenzato dagli effetti dell’allentamento monetario e dalla maggiore domanda interna, oltre che da una graduale ripresa dei prezzi del petrolio a livello mondiale e dell’inflazione all’estero.

D’altra parte, gli effetti dell’impatto disinflazionistico determinato da un ulteriore calo dei prezzi dei prodotti agricoli primari e il conseguente calo dei costi di produzione nell’industria alimentare dovuto al buon rendimento della stagione agricola, saranno visibili ancora nel medio periodo.

Il comitato esecutivo raccomanda cautela nella conduzione della politica monetaria, tenendo presente il clima di incertezza che governa i mercati finanziari internazionali ed il possibile impatto delle misure adottate dalla BCE e dalla FED sui flussi di capitale globali.

Tuttavia, il successo delle manovre di consolidamento fiscale e delle riforme strutturali, nonché la riduzione degli squilibri esterni, hanno rafforzato la capacità di ripresa dell’economia nazionale di fronte a potenziali influenze negative derivanti dal contesto internazionale. Ciò è confermato, secondo la Banca Nazionale, anche da un calo considerevole del premio di rischio del paese.

(eKapija, 13.10.2016)

http://www.ekapija.com/website/en/page/1569922/NBS-key-policy-rate-kept-at-4
[widget id=”text-22″]

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top