Incontro dei ministri degli esteri di Serbia, Italia e Albania

Il terzo incontro tra I ministri degli esteri di Serbia, Italia e Albania, Ivica Dacic, Angelino Alfano, Ditmir Bushati , si è tenuto ieri a Belgrado.

Il ministro albanese per gli affari esteri ed europei, Ditmir Bushati, ha espresso il fermo sostegno dell’Albania al dialogo tra il Kosovo e la Serbia con la mediazione dell’Unione europea, come strumento per raggiungere soluzioni negoziate che miglioreranno la vita di entrambi i paesi.

“Questo è il miglior investimento che offre opportunità reali per una riconciliazione finale e per continuare il percorso di euro integrazione” ha detto Bushati, il quale ha chiesto alla controparte serba di dimostrare un reale impegno politico sulle questioni he creano ostacoli e limitazioni al mercato dell’energia in Kosovo, come anche all’adesione del Kosovo alle organizzazioni regionali e internazionali.

Il Ministro Bushati ha sottolineato l’interesse speciale del governo albanese per gli albanesi della valle del Presevo, chiedendo una migliore inclusione sociale ed economica e la tutela dei diritti umani. Dal canto suo il ministro degli esteri serbi civica Dacic ha detto che i rappresentanti ufficiali di Pristina devono accettare il fatto che molti paesi ritengono che riconoscere l’indipendenza del Kosovo è sbagliato. Dacic ha invitato le autorità kosovare, ma anche di tutta la regione, ha mostrare equilibrio quando si ragiona di questioni controverse sulle quali non concordano con Belgrado.

Parlano alla conferenza congiunta a Belgrado con i suoi colleghi di Albania e Italia, Ditmir Bushati e Angelino Alfano, Dacic ha detto che “ognuno deve fare il suo lavoro”, aggiungendo che “il processo in Kosovo” non è arrivato alla fine. Reagendo all’affermazione del ministro degli esteri kosoaro Behgjet Pacolli, il quale ha affermato che Dacic ha un fondo di 300 milioni di dollari a sua disposizione per fare lobby contro l’indipendenza del Kosovo, Dacic ha ironizzato affermando che “sarebbe bello se fosse vero”: “certo, siamo offrendo in giro la bomba atomica”. Alla richiesta di commentare la dichiarazione del primo ministro albanese Edi Rama che il Kosovo e l’Albania hanno un solo presidente, Dacic ha detto di non essere capace di interpretare i pensieri di altri politici. “Sappiamo che noi non concordiamo sulla questione del Kosovo, ma allora pure la Serbia potrebbe dichiarare che la Serbia e la Repubblica Serbia di Bosnia dovrebbero avere un unico presidente”.

Il terzo incontro trilaterale tra Serbia, Albania e Italia si è svolto per la terza volta, dopo gli appuntamenti del 2015 a Roma e del 2016 a Tirana, questa volta focalizzato sulle modalità di cooperazione tra i due paesi dei Balcani occidentali all’interno della loro prospettiva di integrazione europea. I tre ministri hanno anche parlato dell’imminente incontro dei paesi dei Balcani occidentali a Londra all’interno del cosiddetto processo di Berlino.

Il ministro degli esteri italiano Angelino Alfano ha dichiarato che l’incontro trilaterale proverà l’importanza del rafforzamento del dialogo tra questi tre paesi e ha suggerito di coinvolgere anche imprese private e organizzazioni del terzo settore per far avanzare questo processo. “Sosteniamo l’integrazione europea della Serbia e dell’Albania”, ha ribadito Alfano.

(Top Channel, B92, Xinhuanet, 27.02.2018)

http://top-channel.tv/english/foreign-ministers-of-albania-serbia-and-italy-meet-in-belgrade/

https://www.b92.net/eng/news/politics.php?yyyy=2018&mm=02&dd=27&nav_id=103590

http://www.xinhuanet.com/english/2018-02/28/c_137004182.htm

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in Albania, Angelino Alfano, Balcani occidentali, Ditmir Bushati
Allargamento UE: Juncker in visita nei Balcani occidentali

Brnabic a Londra per il summit BERS su investimenti nei Balcani

Close