Incontro Dacic-Tajani: l’Italia vuole essere più presente nella regione

Il primo vice premier e ministro degli Esteri serbo, Ivica Dacic, ha dichiarato ieri che l’Italia vuole sostenere l’integrazione europea di tutti i Balcani occidentali.

Parlando ai giornalisti dopo un incontro con il Ministro degli Esteri italiano, Antonio Tajani, Dacic ha affermato che la riunione dei Ministri dei Balcani occidentali in Italia è stata un’iniziativa utile. “Tajani è stato chiaro, e lo ha già sottolineato in precedenza, sul fatto che l’Italia vuole essere più presente nella nostra regione, il che ci sta bene, e che l’Italia vuole sostenere l’integrazione europea di tutti i Balcani occidentali, che è anche il nostro obiettivo strategico”, ha detto Dacic a Roma, dove ha partecipato alla riunione ministeriale e a una conferenza sui Balcani occidentali.

Ha ribadito che Tajani ha visitato Belgrado e ha partecipato al forum d’affari Serbia-Italia, che secondo lui è stato uno dei più grandi forum d’affari in Serbia negli ultimi anni. Ha anche detto che Tajani ha visitato lo stand della Serbia alla fiera vinicola VinItaly di Verona per parlare con il presidente serbo Aleksandar Vucic e con i premier di Albania e Macedonia del Nord, Edi Rama e Dimitar Kovacevski.

“Ciò conferisce dinamismo alle relazioni dell’Italia con la regione e dimostra il suo sostegno all’integrazione europea”, ha dichiarato.

Dacic ha anche detto che Tajani ha annunciato che convocherà una riunione simile con i ministri dei Balcani occidentali entro la fine dell’anno per esaminare gli effetti della cooperazione.

Lunedì Dacic ha partecipato alla riunione dei ministri dei Balcani occidentali a Roma, presieduta dal vice primo ministro e ministro degli Affari esteri e della cooperazione internazionale, Antonio Tajani. All’evento hanno partecipato anche il commissario europeo per il vicinato e l’allargamento, Oliver Varhelyi, il ministro degli Esteri svedese Tobias Billström, in qualità di presidente di turno del Consiglio dell’Unione europea, e i ministri degli Esteri di Albania, Bosnia-Erzegovina, Kosovo, Macedonia del Nord, Montenegro e Serbia.

L’iniziativa è in linea con il rinnovato ruolo di leadership dell’Italia nei Balcani occidentali e mira a promuovere il dialogo e la cooperazione regionale e a riprendere il processo di integrazione europea dei Paesi della regione.

Il mese scorso, in una conferenza stampa, Tajani ha affermato che la Serbia può svolgere un ruolo fondamentale insieme all’Italia per garantire la stabilità in un’area che riguarda anche i fenomeni migratori, la crescita economica e la pace. “L’Italia vuole essere protagonista nei Balcani occidentali perché considera questi Paesi interlocutori privilegiati e partner strategici. La Serbia può giocare insieme a noi un ruolo fondamentale per garantire la stabilità di un’area che riguarda anche i fenomeni migratori, la crescita economica e la pace. Più creiamo benessere, più avremo la possibilità di porre fine alle stagioni di guerra”, ha aggiunto.

(Blic, Tanjug, 03.04.2023)

https://www.blic.rs/vesti/politika/tajani-je-bio-jasan-dacic-italija-zeli-da-vise-bude-prisutna-u-nasem-regionu-i-podrzi/cg11des

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top