Inaugurato l’impianto “Siad”; l’Italia diventa il 2° partner commerciale della Serbia

A Šimanovci, Vojvodina, è stato inaugurato il più moderno impianto per la produzione e il riempimento di gas tecnici dell’azienda italiana “Siad IstraBenz”, in cui sono stati investiti 16 milioni di euro; il centro, completamente automatizzato, prevede un piano di investimenti aggiuntivi nei prossimi due anni di altri quattro milioni di euro e consente il riempimento delle bombole direttamente in Serbia, invece che in Slovenia come è stato finora. Inoltre, apre alla possibilità di esportare gas per scopi medici, industriali e locali.

Con l’ultimo investimento l’Italia diventa il secondo partner commerciale estero della Serbia con 1.600 aziende che danno lavoro a 50.000 lavoratori e che partecipano con il 5,5% al prodotto interno lordo del Paese balcanico.

Carlo Lo Cascio, ambasciatore italiano in Serbia, afferma che la Serbia, come l’Italia, sta facendo rapidi progressi quest’anno, in particolare il settore serbo delle tecnologie innovative. “Nei primi sette mesi di quest’anno l’interscambio commerciale tra i due Paesi è aumentato del 27%. La concorrenza nel mondo è in aumento e il mondo deve adeguarsi alla nuova normalità, quindi il mese prossimo ci sarà un nuovo incontro di uomini d’affari organizzato dall’Ambasciata italiana”.

L’impianto di “IstraBenz” è stato costruito a tempo di record e gli investitori italiani sono ancora in attesa di un sopralluogo, che dovrebbe dare i permessi tecnici. La Ministra Matic ha promesso che sarà fatto il prima possibile.

https://www.rts.rs/page/stories/sr/story/13/ekonomija/4523743/simanovci-pogon-tehnicki-gasovi-punjenje-investicija-italija-srbija-.html

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top