In Serbia un quinto dei disoccupati sono giovani

In Serbia, sul totale dei disoccupati, un quinto sono giovani, ha mostrato la ricerca “Mladi i preduzetništvo” (Gioventù e imprenditorialità), nell’ambito del progetto “Naša zajednica, naša budućnost – Veća saradnja i zapošljavanje mladih”.

La ricerca è stata condotta dall’Organizzazione “KOMS” in collaborazione con il Centro per i diritti umani di Belgrado, la “M-peeria” e l’Associazione nazionale dei praticanti del lavoro giovanile (NAPOR).

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

La maggior parte dei giovani afferma che uno dei motivi principali del perché lavorano autonomamente è che non sono riusciti a trovare un posto con uno stipendio sicuro e hanno ricevuto denaro per avviare un’attività in proprio da familiari o amici, si legge nell’annuncio relativo alla ricerca, che contiene 15 raccomandazioni su come migliorare le politiche di sviluppo dell’imprenditorialità.

La prima delle raccomandazioni è che il Ministero della Gioventù e dello Sport raddoppi il numero di programmi, progetti o attività rivolte ai giovani nell’ambito del Piano d’azione per l’attuazione della Strategia nazionale per i giovani. Conformemente a tale piano, si propone di raddoppiare il numero di programmi e progetti e di aumentare i fondi a tal fine fino a un massimo di 100 milioni di dinari.

La nuova strategia per lo sviluppo dell’istruzione prevede che per i giovani “sia introdotta la materia dell’imprenditorialità come obbligatoria in tutte le scuole secondarie e nella maggior parte delle facoltà”. Si raccomanda inoltre di sviluppare e adottare una strategia per lo sviluppo dell’imprenditorialità femminile che rafforzerebbe le giovani donne nell’imprenditorialità e creerebbe condizioni migliori per loro.

Il giovane imprenditore dovrebbe essere una categoria giuridica speciale, e ogni giovane imprenditore dovrebbe essere esente da tasse e contributi nei primi 12 mesi di attività, mentre per ciascuno dei suoi giovani dipendenti dovrebbe essere possibile sgravare il 50% di tasse e contributi.

È stato inoltre raccomandato ai giovani imprenditori e alle aziende di ridurre di un terzo le bollette e le altre commissioni delle società pubbliche, nonché di abolire il pagamento dell’imposta sugli utili nel primo anno con l’obbligo di non ridurre il numero dei dipendenti di oltre il 15%.

Istraživanje: Petinu nezaposlenih u Srbiji čine mladi ljudi

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... disoccupati, giovani, imprenditorialità
Il nuovo piano di investimenti dell’UE aiuterà i collegamenti nella regione

disoccupati
A giugno 39.000 nuovi disoccupati; il 40% in più rispetto a maggio

Chiudi