In Serbia si ricicla solo il 15% degli imballi

In Serbia si ricicla appena il 15% degli imballaggi, benché il potenziale sia decisamente superiore, mentre la media della UE oltrepassa il 50%.

Un dato può essere utile per capire il gap che separa la Serbia dagli Stati europei più virtuosi: l’Austria ha più o meno lo stesso numero di abitanti del Paese balcanico e ricicla ogni anno l’80% (pari a circa 800.000 tonnellate) degli imballi.

In Serbia sono attualmente attive 2200 ditte che si occupano di riciclaggio; nel 2009 erano appena 200. L’anno scorso sono state riciclate 68.000 tonnellate di imballi e l’impressione è che la gran parte dei cittadini non capisca l’importanza della salvaguardia delle risorse naturali e non comprenda tutti i vantaggi apportati dal riutilizzo delle materie prime. La separazione e lo smaltimento degli imballaggi riciclabili dipende ancora in gran parte dall’ entusiasmo di cittadini responsabili (il cui numero aumenta continuamente), oltre che dagli sforzi degli operatori del settore e dei rappresentanti degli enti locali. L’obiettivo nazionale è quello di far crescere di anno in anno la quantità di rifiuti riciclati; per ora a Belgrado è attivo un deposito di smistamento, mentre sull’intero territorio nazionale ce ne sono in tutto nove.

(Tanjug, 15.11.2013)

riciclo rifiuti

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top