In Serbia per la prima volta sostituita l’aorta addominale in gravidanza

Al dipartimento di chirurgia vascolare e di chirurgia dei trapianti presso il Centro Clinico della Vojvodina è stata eseguita la sostituzione dell’aorta addominale in gravidanza, intervento  mai  eseguito nella regione, mentre nella letteratura mondiale sono stati registrati solo pochi casi simili. 

Alla paziente Zlata Novak Kirstler, in gravidanza avanzata, era stata diagnosticata un’estensione del vaso sanguigno addominale e doveva essere sottoposta a un intervento chirurgico. “La data dell’intervento è stata accuratamente selezionata in modo che allo stesso tempo potesse essere eseguito il parto cesareo”, ha detto in una conferenza stampa il direttore della Clinica Vladan Popovic. Lui ha osservato inoltre che l’aneurisma dell’aorta addominale è stata diagnosticata per caso durante un esame ecografico.

“Immediatamente dopo aver appreso che abbiamo un paziente al quale era stata constatata l’occlusione del più grande vaso sanguigno, ci siamo consultati con i colleghi della regione, ma ci venne detto che un caso simile non era mai capitato nella regione e quindi siamo stati lasciati a noi stessi”, ha detto Popovic, aggiungendo che è orgoglioso del fatto che l’operazione è stata completata con successo. L’intervento è stato eseguito dal chirurgo Milos Kaćanski, che ha sottolineato che il tasso di mortalità in caso di rottura dell’aorta addominale è molto alto, e il fatto che la paziente era in procinto di partorire, ha ulteriormente aumentato il rischio.

Il capo delle sale operatorie presso il Dipartimento di chirurgia vascolare e dei trapianti Dragan Nikolic ha detto che dopo la sostituzione del vaso sanguigno con quello artificiale, si è constatato che il vaso sanguigno che invece di avere, come al solito, 2 centimetri, si era assottigliato ed allargato a 6,2 centimetri, in modo da che vi era un elevato rischio di rottura. Tutti i membri del team che hanno partecipato a questa complicata operazione hanno sottolineato che un aspetto molto importante consisteva nell‘anestesia, perché nei casi in cui si esegue il taglio cesareo e nei casi in cui si sostituiscono i vasi sanguigni danneggiati si tratta di un tipo di anestesia completamente diverso.

L’anestesista Kristina Šuvaković ha rimarcato che l’allattamento non è compromesso, e che dopo l’intervento, la paziente può continuare a nutrire il bambino con il latte materno. Il vice direttore della Clinica Ostetrica e Ginecologica Djordje Petrovic, che ha eseguito il taglio cesareo, ha detto che questa è stata la prima nascita fatta presso il Dipartimentodi chirurgia vascolare e ha ringraziato i colleghi che hanno fornito le stesse condizioni della Clinica di ginecologia, il che non è facile.

La Novak Kirstler ha dato alla luce una bambina sana di circa  tre chili e questa è la sua seconda figlia. Suo marito è americano e, come ha detto ai giornalisti, vivono insieme a Sremski Karlovci.

B92 29.04.2015

 

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... Centro Clinico della Vojvodina, chirurgia, intervento chirurgico
Da Napoli a Belgrado per imparare l’eccellenza in chirurgia

Chiudi