In Serbia nel 2018 sono state utilizzate 3.000 tonnellate di sacchetti di plastica in meno

L’anno scorso, 4.404,5 tonnellate di sacchetti di plastica sono state collocati sul mercato serbo, il che è 3.000 tonnellate in meno rispetto ad un anno prima, questo secondo un rapporto sui sacchetti di plastica pubblicato dalla Environmental Protection Agency.

Del totale di borse messe sul mercato l’anno scorso, con additivi per l’ossidazione e la biodegradazione, sono state collocate 3.912,9 tonnellate, scrive il rapporto dell’Agenzia, che si basa sui dati inseriti dagli utenti del sistema di informazione.

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

Il ministro della Protezione Ambientale, c, in una dichiarazione per il Tanjug ha spiegato che anche se i dati sono a volte diversi, questi risultati sono incoraggianti perché tutti i dati testimoniano che l’area della Serbia ha drasticamente utilizzato meno i sacchetti di plastica.

“Alla fine, non importa quanto abbiamo importato materie prime, quanto abbiamo prodotto e distribuito sacchetti di plastica nelle catene di vendita al dettaglio e nei negozi: la cifra chiave è quanti sacchetti di plastica sono stati venduti ai cittadini, e i dati dimostrano che circa il 70% in meno di sacchetti di plastica sono stati venduti rispetto al periodo in per le borse di plastica non si pagava”, ha detto il ministro Trivan.

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in borse di plastica, Environmental Protection Agency, Goran Trivan, ministro della Protezione Ambientale, riciclaggio
Aumento dei prezzi delle borse di plastica

Close