In Serbia circa 200.000 persone possiedono delle criptovalute

In Serbia, secondo le ultime stime, circa 200.000 persone possiedono delle criptovalute, e l’interesse ad averle nel Paese è cresciuto dopo che sono state riconosciute dalla legislazione serba. Secondo la Legge sui beni digitali, entrata in vigore il 29 giugno di quest’anno, le valute virtuali sono riconosciute come beni virtuali, ovvero come un documento digitale di valore che può essere acquistato, venduto, scambiato o trasferito digitalmente.

Marko Zivkovic, direttore del marketing presso l’ufficio di scambio di criptovalute “ECD”, ha detto a “Tanjug” che la legge mette la Serbia sulla mappa dei Paesi che riconoscono la criptovaluta come una cosa, e non solo nel futuro, ma anche nel presente.

“Alcune stime recenti dicono che circa 200.000 persone in Serbia possiedono alcune criptovalute. Come ufficio di scambio di criptovalute, notiamo che questo mercato sta crescendo e ogni mese quest’anno abbiamo avuto una crescita seria sia nell’acquisto che nella vendita di criptovalute. Il mercato in Serbia è decisamente in crescita e non siamo in ritardo rispetto ad alcuni mercati del mondo sviluppato”, ha affermato Zivkovic.

Come ha spiegato, l’ufficio di scambio “ECD” ha attualmente un permesso temporaneo in modo che le persone possano acquistare e vendere criptovalute attraverso di esso e attendere l’autorizzazione ufficiale della Banca nazionale della Serbia (NBS) in modo che possano offrire ad altre aziende di vendere i loro servizi e prodotti attraverso delle criptovalute.

“L’ufficio di scambio è nella procedura per ottenere quel permesso dalla NBS, e spero che riceveremo il permesso nei primi mesi del prossimo anno”, ha detto Zivkovic. Da quel momento, ricevuta la licenza, sarà possibile acquistare qualsiasi prodotto o pagare un servizio attraverso una criptovaluta.

“Quando arrivi al terminale POS con una carta di credito e paghi, potrai acquistare apparecchiature informatiche, viaggi o qualsiasi altro servizio allo stesso modo con la criptovaluta. In pratica, mentre finisci l’acquisto con la tua criptovaluta, nelle transazioni sul conto del commerciante sembra come il tutto venga pagato in dinari”, ha spiegato Zivkovic.

https://www.ekapija.com/news/3515924/u-srbiji-oko-200000-ljudi-poseduje-neku-kriptovalutu-kada-cemo-moci-da

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top