In difesa dei padroni di casa

di Elena Grammatica

 

Gli abitanti di Zrenjanin hanno costituito un`Associazione dei locatori, la prima nel paese, che chiede una regolamentazione migliore che assicuri garanzie e sicurezza tanto agli affittuari quanto ai padroni di casa.

Il presidente, Dragan Cvijetićanin, sostiene che per i locatori diventa sempre più difficile dare in affitto gli immobili a causa delle nuove leggi e dei costi sempre più alti. Nello stesso tempo lo stato pretende che i locatori dal canto loro rispettino tutti gli obblighi previsti dalla legge, ma non offre niente in cambio.

Secondo Cvijetićanin prima o poi lo stato, i locatori e gli affittuari dovranno trovarsi a un tavolo per risolvere i molti problemi che affliggono il settore e per trovare soluzioni accettabili per tutte le parti. I locatori dunque non devono farsi trovare impreparati, ma devono organizzarsi e soprattutto legittimare i propri rappresentanti. A detta del presidente, l`Associazione dei locatori è indispensabile anche perché il paese, a causa dei prezzi alti, dei prestiti bancari sfavorevoli, dell`insicurezza dei posti di lavoro e dell`alta percentuale di disoccupazione sempre più si affiderà al settore di affitti privato.

L`Associazione serba dei locatori ha contattato l`Associazione dei locatari “Velegrad” di Belgrado, che opera già da 20 anni con successo. Il suo presidente Mirko Mirković concorda con il fatto che le due associazioni non sono in competizione ma che possono collaborare per l`interesse comune.

Cvijetićanin sottolinea che non è necessario che questo settore continui a operare essenzialmente nella zona dell`economia sommersa, ma che nel suo percorso per uscirne dovrebbe essere aiutato dallo stato. In Serbia la tassa sull`affitto è del 20%, in Croazia è del 12%, in Bosnia e Herzegovina e nella Repubblica Srpska del 10%, in Montenegro del 9%. Il presidente della neo associazione conclude dicendo che se lo stato abbassasse l`importo della tassa molti meno cittadini evaderebbero l`imposta e il settore degli affitti passerebbe più velocemente nella sfera legale.

(Politika, 07.04.2014)

stanodavci

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top