In costruzione la prima autostrada “digitale” in Serbia

In Serbia, l’intero corridoio della Morava, l’autostrada Pojate-Preljina, sarà costruito in meno di quattro anni, e attraverserà il “cuore della Serbia”, ha affermato Aleksandar Vucic. Il Presidente serbo ha presenziato oggi alla firma del contratto commerciale per la costruzione dell’autostrada E-761, sezione Pojate-Preljina (corridoio moravo), siglato dai rappresentanti del governo serbo e dalla società “Bechtel Enka UK Limited”.

Come ha affermato, entro il novembre 2021 sarà completata la sezione per Krusevac, fino a Kosevo per una lunghezza di 28 chilometri, e in meno di tre anni sarà completata l’autostrada Cacak – Kraljevo, di ulteriori 31 chilometri. “In meno di quattro anni, i 57 chilometri da Adran a Kosevo, ovvero da Kraljevo a Krusevac, saranno completati”, ha affermato il Presidente della Serbia.

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

Come ha detto, questa strada sarà la prima autostrada digitale e la più grande autostrada in Serbia, poiché sarà larga più di 1,6 metri.

Ha ringraziato l’Ambasciata di Gran Bretagna e l’americana “Exim Bank”, così come la Turchia per il loro grande impegno, sottolineando che 150 milioni saranno pagati dal bilancio dello Stato entro la fine dell’anno.

Il corridoio moravo collegherà Cacak, Mrcajevce, Adrane, Kraljevo, Vrnjacka Banja, Trstenik, Stopanja, Krusevac, Cicevac e Pojate, nonché i corridoi 10 e 11.

Vucic ha sottolineato che il corridoio della Morava collegherà Kopaonik con altri luoghi circostanti, e anche Raska e Novi Pazar sarebbero molto più vicini a Belgrado e alle altre città del Paese: “Non abbiamo avuto tutto questo negli ultimi decenni. Facciamo il meglio nel modo migliore che possiamo” ha detto Vucic.

“Il corridoio della Morava attirerà molti turisti in questa parte della Serbia, e da Belgrado a Vrnjacka Banja ci si metterà solo un’ora e mezza”, ha continuato il Presidente, osservando che altri investitori saranno attratti dal Paese e che i giovani rimarranno a viverci: “Stiamo collegando l’ovest della Serbia centrale con l’est della Serbia centrale”.

Vucic ha anche detto di essersi congratulato con i cittadini serbi, in particolare quelli che vivono nei distretti della Morava, Raska e Rasina: “Sarà una nuova vita per loro, perché l’autostrada significa una vita migliore”, ha concluso Vucic.

L’accordo sulla costruzione del corridoio moravo è stato firmato dalla Ministra delle costruzioni, dei trasporti e delle infrastrutture Zorana Mihajlovic e dai rappresentanti del consorzio turco-americano Michael Wilkinson e Mehmet Tara. La firma dell’accordo è stata preceduta da un incontro tra il Presidente della Serbia, i rappresentanti del governo e il consorzio turco-americano.

Michael Wilkinson, vicepresidente e direttore generale della “Bechtel” per l’Europa, ha dichiarato di essere molto felice di essere a Belgrado in occasione della firma del contratto e che questo sarà il loro primo progetto in Serbia, per il quale si stanno preparando da due anni.

Lo stesso ha anche aggiunto che hanno un’eccellente cooperazione con il governo della Serbia e ha sottolineato che creeranno un’autostrada digitale.

“Grazie a Vucic e alla Mihajlovic per il supporto. Congratulazioni ai cittadini della Serbia” ha detto. Il contratto con la “Bechtel” ha un valore di 745 milioni di euro (più il 20%).

https://www.blic.rs/biznis/vesti/potpisan-ugovor-za-prvi-digitalni-autoput-u-srbiji-vucic-za-manje-od-cetiri-godine/8c1vzej

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top