In arrivo agevolazioni fiscali per la start-up innovativa

Queste società saranno esenti da tasse e contributi sui guadagni fino a 150.000 dinari per i prossimi tre anni, con applicazione a partire dal 1° marzo.

I fondatori di attività innovative aperte dopo il 1° marzo saranno esonerati dal pagamento di tasse e contributi su eventuali guadagni fino a 150.000 dinari al mese lordi nei tre anni dalla data di costituzione. È una nuova misura che dovrebbe stimolare l’apertura e lo sviluppo di imprese di innovazione, ma affinché il fondatore di tale società possa esercitare questo diritto, deve avere almeno il 5% delle azioni o degli interessi nella società e non deve essere affiliato a nessuna persona giuridica.

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

Questo vantaggio fiscale si basa sull’incentivo che NALED ha avviato nel governo serbo nel 2018, il quale ha consentito esenzioni fiscali e contributi salariali per start-up, imprenditori nel sistema salariale e agricoltori. L’intenzione dei responsabili in quel momento era di stimolare i giovani ad avviare un’attività in proprio e di facilitare il loro primo anno di attività, per ridurre l’onere finanziario ai nuovi imprenditori quando entrano nel mondo degli affari dopo aver finito la scuola o l’università. In effetti, possono risparmiare decine di migliaia di dinari al mese in tasse e contributi, e investirli in attrezzature, che consentiranno loro di risparmiare oltre 1.000 euro all’anno.

NALED ricorda che l’agevolazione fiscale di un netto mensile fino a 37.000 dinari nel primo anno di attività può essere usata dai fondatori di società o imprenditori che hanno completato i loro studi negli ultimi 12 mesi o che sono registrati presso il Centro per l’impiego (NSZ) da almeno sei mesi.

Questa misura ha introdotto un nuovo approccio alla promozione dell’imprenditorialità in Serbia, che consente alle start-up di lavorare per un anno senza costi per tasse e contributi, senza alcun obbligo di prefinanziamento, senza amministrazione superflua e in attesa di rimborsi.

Una nuova misura di incentivazione, che inizia ad applicarsi dal 1° marzo di quest’anno, è anche quella di ridurre la base imponibile e il contributo del 70% del guadagno dei cittadini appena arrivati. La detrazione viene effettuata per un periodo di cinque anni, per i lavori che richiedono un’istruzione professionale speciale, se lo stipendio mensile è superiore a 145.104, o 217.656 dinari per i neoassunti che hanno vissuto per lo più al di fuori della Serbia per 12 anni prima di un impiego permanente.

Un’altra misura di esenzione da imposte e contributi per il PIO basata sugli stipendi dei lavoratori qualificati neoassunti riguarda persone che erano precedentemente disoccupate o assunte con somme forfettarie. La misura viene applicata per un periodo di tre anni: nel 2020 il datore di lavoro è esonerato dal pagamento del 70% delle tasse e del 100% dei contributi per il PIO, nel 2021 per il 65% delle tasse e il 95% dei contributi per il PIO e nel 2022 per il 60% delle tasse e l’85% del contributo per il PIO.

http://www.politika.rs/sr/clanak/447108/Poreske-olaksice-za-novoosnovane-firme-koje-se-bave-inovacijama

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... agevolazioni fiscali, NALED
tasse
Secondo gli economisti le misure di incentivazione all’occupazione sono ben accette ma non faranno tornare gli espatriati

NALED: Più della metà degli uomini d’affari pensa che il clima imprenditoriale in Serbia sia cattivo

Chiudi