Import/Export. Surplus della Serbia verso i Paesi CEFTA

La Serbia ha registrato un surplus pari a 1,42 miliardi di dollari, negli scambi commerciali verso i Paesi che aderiscono all’accordo CEFTA.

Attraverso i dati forniti dall’Istituto di Statistica serbo (RSZ) emerge come, tra gennaio e ottobre 2013, le esportazioni dalla Serbia verso i Paesi CEFTA hanno riguardato prevalentemente cereali, bevande e altri prodotti, mentre le importazioni verso la Serbia hanno segnato un incremento di prodotti come ferro, acciaio, elettricità e prodotti agricoli (frutta e verdura).

Durante questo periodo, il valore delle esportazioni in Serbia ha fatto registrare un volume pari a 2,27 miliardi di dollari. Mentre, per quanto riguarda le importazioni, RSZ registra un valore compressivo pari a 845 milioni di dollari, il 286,6% in meno rispetto alle esportazioni.

A parziale spiegazione di questo sbilanciamento, RSZ ricorda come l’ingresso della Croazia nell’Unione Europea, avvenuto a luglio, e la sua relativa uscita dal gruppo di Paesi CEFTA, abbia avuto un peso considerevole sul sistema di import/export serbo.

Nel 2012, sui prodotti agricoli e materie come acciaio e ferro, la Serbia aveva già raggiunto un surplus commerciale pari a 1.320 milioni di dollari nei confronti dei Paesi CEFTA, evidenziando di fatto una consolidata tendenza commerciale nei confronti di questa comunità commerciale.

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top