Il vettore iraniano “Mahan Air” vola di nuovo su Belgrado

La compagnia aerea iraniana “Mahan Air” riprenderà i voli tra Teheran e Belgrado a partire da domenica; già iniziata la vendita dei biglietti attraverso il sito web.

“Mahan Air” volerà due volte a settimana tra le due città, ogni venerdì e domenica. I voli sono pianificati principalmente per i turisti cinesi, ma i posti, su prenotazione, sono disponibili per chiunque sia interessato.

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

“Oltre al trasporto di passeggeri iraniani di transito tra i nostri due Paesi, “Mahan Air” collegherà anche i turisti cinesi con l’Europa in modo da attrarre più passeggeri verso le nostre destinazioni europee”, ha affermato la compagnia, sottolineando che recentemente sono stati lanciati anche voli per Shenzhen, oltre ai voli già regolari per Pechino, Shanghai e Guangzhou.

La compagnia offre 15 voli settimanali per la Cina, scrive il portale “EX-YU Aviation News”.

Inizialmente “Mahan Air” aveva pianificato di trasferire i turisti cinesi a Banja Luka. Sebbene fosse stata rilasciata una licenza dalla direzione dell’aviazione civile della Bosnia ed Erzegovina per la vendita di biglietti tra Teheran e Banja Luka, apparentemente la destinazione è stata sostituita da Belgrado.

La Serbia è uno dei soli quattro paesi europei, insieme alla vicina Bosnia ed Erzegovina, che non richiede visti per i titolari di passaporto cinese. L’Iran ha anche rinunciato al regime dei visti per i cittadini cinesi alla fine di questo mese. Sulle linee tra Teheran e Belgrado volerà l’Airbus A310-300 di 202 posti.

La compagnia aerea effettua voli regolari verso una cinquantina di destinazioni.

Il nuovo servizio segnerà il ritorno di “Mahan Air” a Belgrado dopo quasi un anno. In precedenza aveva effettuato diversi voli settimanali da Teheran verso la capitale serba con il suo Airbus A340-300. Durante la stagione estiva 2018, diversi operatori iraniani, tra cui “Iran Air” e “Keshm Air”, hanno lanciato servizi a Belgrado dopo che la Serbia è diventata l’unico Paese europeo a consentire l’ingresso in un regime di senza visto per i titolari di passaporto iraniano.

Da ottobre però i requisiti per i visti sono stati ripristinati dopo che un numero crescente di richiedenti asilo aveva abusato di queste concessioni. Da allora i funzionari dell’aeroporto di Belgrado e dell’immigrazione serba hanno introdotto un ulteriore controllo dei passaporti per tutti i passeggeri in arrivo da voli dalla Turchia, dal Medio Oriente e dal Nord Africa.

I passeggeri che volano a Belgrado con “Turkish Airlines”, “Pegasus Airlines”, “Atlasglobal”, “Etihad Airways”, “Qatar Airways”, “FlyDubai” e “Tunisia Air” devono consegnare immediatamente dopo l’atterraggio i loro passaporti per l’ispezione, dopo di che i documenti di viaggio vengono ricontrollati nuovamente al controllo passaporti.

https://www.b92.net/biz/vesti/srbija.php?yyyy=2019&mm=07&dd=22&nav_id=1569048

Photo Credits: “EPA/ABEDIN TAHERKENAREH”

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top