Il Presidente cinese arriva in Serbia

Il presidente della Repubblica Popolare Cinese, Xi Jinping, è arrivato in Serbia martedì sera.

Xi e la moglie Peng Liyuan sono atterrati all’aeroporto Nikola Tesla di Belgrado alle 21.45 circa. Per loro è stato steso il tappeto rosso e la guardia d’onore dell’esercito serbo era schierata all’aeroporto in loro onore.

All’aeroporto sono stati accolti dal Presidente serbo Aleksandar Vucic e dalla moglie Tamara, dal Presidente del Consiglio nazionale per il coordinamento della cooperazione con la Federazione Russa e la Repubblica Popolare Cinese Tomislav Nikolic, dal Primo Ministro serbo Milos Vucevic, dal Ministro degli Esteri Marko Djuric e dalla Presidente del Parlamento serbo Ana Brnabic.

La delegazione comprendeva anche l’ambasciatore serbo in Cina Maja Stefanovic e l’ambasciatore cinese in Serbia Li Ming con la moglie.

Una volta entrato nello spazio aereo serbo, l’aereo di Xi è stato scortato da caccia MiG-29.

Decine di cinesi si sono radunati fuori dall’edificio dell’aeroporto per dare il benvenuto al presidente, sventolando bandiere cinesi e serbe e cantando.

Oggi, davanti al Palazzo della Serbia a Novi Beograd, si terrà una cerimonia di benvenuto, seguita dall’incontro di Xi con Vucic, da una riunione plenaria delle delegazioni e dalla firma di una dichiarazione congiunta e dallo scambio di documenti bilaterali.

Il governo serbo ha adottato martedì diversi documenti – memorandum d’intesa sulla cooperazione e protocolli tra Serbia e Cina nei settori delle infrastrutture, dell’agricoltura, dell’informazione e delle telecomunicazioni e del turismo.

La prima tappa della visita di Xi in Francia ha visto incontri con Macron e con la Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, che hanno esortato Xi a non consentire l’esportazione di tecnologie che potrebbero essere utilizzate dalla Russia nell’invasione dell’Ucraina e a fare tutto il possibile per porre fine alla guerra.

Xi, da parte sua, ha avvertito l’Occidente di non “infangare” la Cina per il conflitto e ha risposto alle accuse secondo cui la sovraccapacità cinese starebbe causando squilibri commerciali globali.

L’Europa teme che, pur essendo ufficialmente neutrale sul conflitto ucraino, la Cina stia essenzialmente sostenendo la Russia, che utilizza macchine utensili cinesi per la produzione di armi.

Dopo l’incontro con Vucic, Xi si recherà in Ungheria, dove la Cina ha investito molto in vasti impianti di produzione di batterie e veicoli elettrici (EV).

(BBC Serbia, Beta, 08.05.2024)

https://naslovi.net/2024-05-08/bbc-news/srbija-i-kina-si-djinping-stigao-u-beograd-poruke-dobrodoslice-na-kineskom-i-srpskom-sastanci-slede/36528219

https://naslovi.net/2024-05-08/beta/mediji-u-eu-kineski-predsednik-u-beogradu-iz-svojih-razloga-da-ocuva-novi-put-svile/36532621

Crediti fotografici: Dimitrije Goll/AFP

 

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top