Il Parlamento Europeo vuole dalla Serbia le sanzioni alla Russia

La versione finale della risoluzione del Parlamento europeo (PE) sui progressi della Serbia verso l’UE, condannerebbe gli attacchi ai giornalisti e lo spionaggio dell’opposizione russa in Serbia da parte del Ministero dell’Interno serbo guidato da Aleksandar Vulin. La risoluzione chiederebbe inoltre inequivocabilmente alla Serbia di imporre sanzioni alla Russia.

Gli autori della versione finale della risoluzione sulla Serbia, che sarà votata dagli eurodeputati, sosterrebbero l’adesione della Serbia all’Unione europea, sebbene si affermi chiaramente che ciò richiede volontà politica e riforme, soprattutto nell’area del diritto. Allo stesso tempo, si osserva che progressi in tali aree sono possibili solo se la Serbia armonizza la sua politica con la politica estera, di sicurezza e di difesa dell’UE e ciò significa sanzioni contro la Russia e normalizzazione delle relazioni con il Kosovo e Metohija.

La Serbia sarebbe inoltre invitata a rivalutare la sua cooperazione economica con la Russia e si richiamerebbe inoltre l’attenzione sul fatto che i voli sulla rotta Mosca-Belgrado sono ancora attivi, nonostante lo spazio aereo dell’UE per i voli verso la Russia sia chiuso. Alla Serbia verrebbe anche chiesto di “porre fine a tutta la cooperazione militare con la Russia”, e questo si riferisce anche al Centro umanitario regionale russo-serbo a Nis.

Si esprime inoltre preoccupazione per le accuse di intercettazioni dell’opposizione russa a Belgrado da parte delle autorità serbe e per la presunta successiva presentazione di materiale ai servizi di sicurezza russi”, si legge nella risoluzione. Come si ricorda, le intercettazioni dell’opposizione russa sono state un’azione coordinata delle autorità serbe e hanno portato all’arresto di Andrei Pivovarov, direttore dell’organizzazione “Open Russia”.

Nova: U fokusu konačne verzije rezolucije EP o Srbiji – sankcije Rusiji

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top