Il Parlamento europeo invia osservatori per controllare le elezioni in Serbia

Il Parlamento europeo invierà in Serbia un gruppo di sei membri per una missione di una settimana, al fine di osservare la preparazione delle elezioni del 17 dicembre.

La delegazione è composta da Vladimir Bilcik, Viola Von Cramon, Klemen Groselj, Javier Nart, Andreas Schieder e Malin Bjork. La missione sarà in Serbia dal 14 al 19 dicembre e incontrerà i principali attori politici, l’ambasciatore dell’Unione Europea Emanuel Giaufret, i funzionari della Missione OSCE e del Consiglio d’Europa (CoE) e le organizzazioni della società civile locale, tra cui CeSID, CRTA, Transparency Serbia e altre.

Incontreranno anche tutti i leader dei ticket elettorali, i rappresentanti dei media, la Commissione elettorale della Repubblica (RIK) e l’Organismo di regolamentazione dei media elettronici (REM). La missione incontrerà Aleksandar Vucic, presidente della Serbia.

Le elezioni parlamentari anticipate in Serbia, le elezioni provinciali in Vojvodina e in altri 65 comuni e città, tra cui Belgrado, sono state annunciate per il 17 dicembre.

Le elezioni si svolgono in un momento di forte pressione da parte dell’Unione Europea e della comunità internazionale affinché la Serbia ripristini il dialogo con il Kosovo e accetti il piano dell’UE per la normalizzazione delle relazioni, sostenuto anche dagli Stati Uniti.

Le elezioni seguono anche la tensione nel nord del Kosovo, che si è intensificata con il recente attacco armato da parte di un gruppo paramilitare serbo, in cui sono stati uccisi un membro della polizia kosovara e tre aggressori serbi, nonché il crescente malcontento sulla scena politica serba e le numerose vicende legate al Partito progressista serbo (SNS) al governo e ai suoi funzionari.

Le campagne elettorali in Serbia sono state finora caratterizzate da accuse reciproche di “campagna sporca” sia da parte del partito al potere che dell’opposizione.

La campagna è accompagnata da una rappresentazione sproporzionata nei media, la maggior parte dei quali sono apertamente dalla parte del presidente serbo Aleksandar Vučić e dell’SNS, che egli sostiene direttamente e apertamente dalla posizione di capo di Stato, che è anticostituzionale.

(Al-Jazeera Balkans, 06.12.2023)

https://balkans.aljazeera.net/news/balkan/2023/12/6/groselj-predvodi-posmatracku-misiju-ep-a-na-izborima-u-srbiji

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
× Thinking to invest in Serbia? Ask us!