Il monumento a Stefan Lazarevic costa 150.000 euro

Appena spente le polemiche intorno al gigantesco monumento a Stefan Nemanja, costato almeno 9 milioni di euro, ne è stato inaugurato un altro al despota Stefan Lazarevic. Sebbene molto meno costoso dell’altro, con un prezzo di circa 150.000 euro sarà il più costoso dei 4 che il governo della città intende erigere nei prossimi mesi.

Solo pochi mesi dopo l’erezione del monumento a Stefan Nemanja, le autorità cittadine hanno eretto una statua al despota Stefan Lazarević all’angolo tra via Palmotićeva e il Viale Despota Stefan. A differenza del monumento inaugurato a gennaio su questo non ci sono segreti, almeno in termini di prezzo: circa 150.000 euro sono stati presi dal bilancio della città per il monumento.

Per questo progetto, il governo cittadino ha concluso due contratti, di comune accordo: uno con l’autore del monumento, lo scultore Svetomir Arsić Basar, e l’altro con la compagnia “Primus BMJ”, che ha fuso la statua.

Come era scritto nel primo contratto pubblicato sul portale degli appalti pubblici, il lavoro di Arsić era quello di realizzare un modello del monumento al despota Stefan Lazarević, costato 2,5 milioni di dinari o circa 21.000 euro. Tuttavia, il vicesindaco Goran Vesić ha successivamente dichiarato che lo scultore è stato pagato circa 3,2 milioni di dinari, ovvero 700.000 dinari in più rispetto al prezzo concordato.

Arsić ha ricevuto ufficialmente questo incarico il 30 dicembre dello scorso anno, anche se la statua fatta precedentemente da Arsić era già stata esposta nel Museo di Storia.

Anche la società “Primus BMJ” ha iniziato a realizzare il monumento senza una gara d’appalto. L’azienda ha ottenuto l’incarico grazie all’accordo sul diritto esclusivo di fondere delle sculture artistiche concluso con Svetomir Arsić Basar nell’ottobre dello scorso anno. Secondo tale contratto, Basar cedeva il diritto esclusivo di fondere le sue sculture alla società Primus BMJ, perché, come si afferma, tale società è “tecnologicamente, organizzativamente e funzionalmente attrezzata per il lavoro di fusione di sculture artistiche”.

La “Primus BMJ” ha ricevuto 15 milioni di dinari per la costruzione del monumento. Ciò significa che la fusione del monumento è stata pagata circa 128.000 euro. Come riportato in precedenza dai media in contatto con le fonderie, fondere un monumento di due metri costa da 7.000 a 10.000 euro. Tuttavia, come hanno spiegato, il prezzo non aumenta linearmente con l’altezza, quindi una statua di circa 8 metri può costare più di 200.000 euro. Il monumento al despota Stefan Lazarevic è alto circa 4 metri.

Al momento sono in fase di realizzazione altri tre monumenti, all’architetto Aleksandar Derok, al poeta Vasko Popa e alla scultrice Olga Jevrić. Come rivelato in precedenza dal portale “Nova.rs”, la statua al Despota Stefan è molte volte più costosa delle altre.

Il monumento ad Aleksandar Derok costerà circa 32.000 euro, a Vasko Popi circa 50.000 euro e a Olga Jevrić circa 66.000 euro, e non è chiaro perché quello a Stefan Lazarević sia cinque volte più costoso.

Photo credits: “Filip Krainčanić/Nova.rs”

Zašto spomenik despotu Stefanu košta 150.000 evra

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... Arsic Basar, monumento, Primus BMJ
Il monumento a Stefan Nemanja costerà più di 9 milioni di euro?

Belgrado onora l’ex Presidente degli Stati Uniti Woodraw Wilson con un monumento e un viale

Chiudi