Il ministro delle Costruzioni nega di aver firmato un contratto con Jared Kushner

Il ministro serbo delle Costruzioni, dei Trasporti e delle Infrastrutture, Goran Vesic, ha dichiarato domenica che il governo serbo non ha firmato un contratto per la rivitalizzazione dell’ex edificio dello Stato Maggiore dell’Esercito nel centro di Belgrado, parzialmente distrutto durante i bombardamenti della NATO nel 1999.

Vesic ha respinto come menzogne le affermazioni di alcuni politici dell’opposizione secondo cui il governo avrebbe ceduto gratuitamente il complesso a una società americana guidata dal genero dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, Jared Kushner.

“Il governo serbo è determinato a non lasciare le rovine per i prossimi 25 anni e a rivitalizzare il complesso. Non abbiamo ancora firmato un contratto, perché sono in corso trattative con diverse aziende. Se e quando firmeremo un contratto, informeremo il pubblico e l’accordo sarà reso pubblico”, ha dichiarato Vesic a Pink TV. Secondo il ministro, anche se il governo serbo raggiungerà un accordo sul futuro utilizzo dell’edificio, insisterà per la costruzione di un complesso commemorativo in quell’area. “Sarà organizzato dal governo serbo e ci sarà un ricordo di ciò che è successo”, ha detto Vesic.

Jared Kushner ha dichiarato in precedenza ai media americani che la sua società Affinity Partners ha in programma investimenti immobiliari in Albania e Serbia. Oltre ai due complessi ricettivi sulla costa albanese, Kushner ha dichiarato che la sua società intende costruire un complesso edilizio composto da un hotel di lusso, 1.500 appartamenti e un museo al posto dell’edificio dello Stato Maggiore bombardato a Belgrado.

(021.rs, 24.03.2024)

https://www.021.rs/story/Info/Srbija/370843/Vesic-Necemo-besplatno-dati-Generalstab-sad-su-se-setili-da-je-to-navodno-neki-simbol.html

 

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top