Il miele moldavo in Serbia uccide gli apicoltori locali

Secondo i dati dell’Associazione delle organizzazioni per l’apicoltura (SPOS), solo alla fine di aprile una società locale ha importato 40 tonnellate di fiori di miele dalla Moldavia in Serbia.

Il miele è stato importato al prezzo di 2,2 euro al chilogrammo e presto, secondo l’organizzazione, arriveranno nuove quantità.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

Il presidente della “SPOS”, Rodoljub Zivadinovic, ha affermato che finora la Serbia aveva importato quantità simboliche di miele, e questi erano principalmente prodotti provenienti da Paesi e località esclusive. Ora, tuttavia, è diverso, scrive “Novosti”.

“Dal 2009 diciamo che dobbiamo creare un nostro marchio nazionale al fine di resistere a prodotti importati a basso costo”, avverte Zivadinovic.

Sapevano, come ha affermato, che “una lotta sempre più dura contro la contraffazione alla fine avrebbe portato all’importazione di miele di dubbia qualità, a prezzi irrealisticamente bassi”.

“Possiamo opporci solo attraverso un barattolo locale, con la scritta “Il nostro miele”, in modo che i consumatori possano riconoscere ciò che viene importato e ciò che non lo è”, ha affermato.

Tale importazione di miele porta al “crollo dell’apicoltura”, aggiunge Zivadinovic, “più precisamente, ci porta al problema che la Croazia e l’Italia hanno ora, poiché sono inondate di miele cinese”.

Come spiega Zivadinovic, l’unica salvezza per il miele serbo è “esclusivamente il posizionamento di un prodotto locale, con una garanzia di qualità”. Deve essere un imballaggio speciale, al fine di distinguerlo dal miele importato.

“L’importazione di miele è legittima e legale, perché il mercato è aperto, ma ciò non è giusto per i produttori nazionali”, conclude lo stesso.

https://www.b92.net/biz/vesti/srbija.php?yyyy=2020&mm=05&dd=25&nav_id=1687678

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top