Il governo serbo smentisce le informazioni contenute nel rapporto del Pentagono

Il ministro della Difesa serbo Miloš Vučević ha dichiarato a Sputnik News che un rapporto della Reuters secondo cui la Serbia avrebbe accettato di fornire armi all’Ucraina è una menzogna.

“Qualcuno ovviamente vuole destabilizzare il nostro Paese e trascinarlo in un conflitto al quale non vogliamo partecipare”, ha dichiarato Vučević a Sputnik, aggiungendo che: “La Serbia non ha venduto né venderà armi alle parti ucraine o russe, né ai Paesi che circondano il conflitto”.

Anche il ministro degli Esteri serbo, Ivica Dačić, ha commentato il presunto rapporto del Pentagono, affermando che “nel rispetto degli atti giuridici interni e internazionali, la Repubblica di Serbia non esporta armi ed equipaggiamenti militari a nessun Paese se ciò consente lo scoppio o la continuazione di conflitti armati, che minacciano il mantenimento della pace e della sicurezza regionale o mettono a repentaglio i suoi interessi di difesa”.

In precedenza, la Reuters ha citato un documento classificato del Pentagono, secondo il quale la Serbia avrebbe accettato di fornire armi a Kiev e ne avrebbe già spedite alcune all’Ucraina. La Reuters ha detto di non aver potuto verificare in modo indipendente l’autenticità del documento. “Il documento è contrassegnato come Segreto e NOFORN, il che ne vieta la distribuzione ai servizi segreti e alle forze armate straniere. È datato 2 marzo e reca il sigillo dell’ufficio degli Stati Maggiori Riuniti”.

Il Pentagono non ha risposto immediatamente alle domande della Reuters sul riferimento alla Serbia e ha già rifiutato di commentare i documenti trapelati.

Il generale dell’esercito serbo in pensione Momir Stojanovic ha detto di essere certo che la Serbia non stia vendendo armi direttamente all’Ucraina, ma ha aggiunto di non poter confermare che la Serbia non lo stia facendo indirettamente, attraverso terzi.

“La Serbia vende armi tramite terzi, ad esempio agli Stati Uniti, che poi le inoltrano all’Ucraina, per contratto”, ha dichiarato Stojanović a N1.

Anche l’ambasciata ucraina a Belgrado ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma che “non ci sono informazioni” che Belgrado intenda inviare armi all’Ucraina o che lo abbia già fatto.

(021.rs, N1, Euronews, 13.04.2023)

https://www.021.rs/story/Info/Srbija/337593/Strucnjaci-Vest-da-izvozimo-oruzje-Ukrajini-vetar-u-ledja-antizapadnoj-retorici-i-pritisak-na-Vucica.html

https://www.euronews.rs/srbija/politika/84179/ambasada-ukrajine-nemamo-informacije-da-srbije-salje-oruzje-kijevu/vest

 

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top