Il governo propone che l’8 gennaio sia un giorno non lavorativo

Il Governo serbo ha dichiarato che, nella riunione di giovedì, ha adottato una conclusione, “su iniziativa del presidente serbo Aleksandar Vucic”, che raccomanda ai datori di lavoro in Serbia di concedere ai propri dipendenti un giorno di riposo dal lavoro nel secondo giorno del Natale ortodosso – l’8 gennaio.

La Chiesa ortodossa serba (CSP), che segue la stragrande maggioranza della popolazione serba, celebra il Natale secondo il calendario giuliano il 7 gennaio.

Si raccomanda ai datori di lavoro di garantire ai dipendenti che lavorano l’8 gennaio 2024 i diritti che spettano loro quando lavorano in un giorno festivo non lavorativo, ha dichiarato il governo serbo.

Affinché questa conclusione sia vincolante, è necessario modificare la Legge sulle festività statali e di altro tipo nella Repubblica di Serbia, in quanto secondo questa legge solo il primo giorno del Natale ortodosso (7 gennaio) è una festività religiosa e un giorno non lavorativo.

Il secondo giorno del Natale ortodosso, quindi, non è un giorno festivo o non lavorativo e per farlo diventare tale, bisognerebbe apportare delle modifiche alla Legge sullo Stato e sulle altre festività nella Repubblica di Serbia, cosa che non può essere fatta entro l’8 gennaio perché il nuovo Parlamento serbo non è stato costituito,

(021.rs, 04.01.2024)

https://www.021.rs/story/Info/Srbija/363212/Vlada-Srbije-preporucila-da-8-januar-bude-neradni-dan.html

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
× Thinking to invest in Serbia? Ask us!