Il governo ha diminuito le sovvenzioni agli agricoltori

Il governo serbo ha ridotto l’ammontare dei cosiddetti incentivi di base per la produzione agricola per ettaro, da 5.200 dinari a 4.000, riducendo così i sussidi da 9,7 miliardi a 7,5 miliardi di dinari.

Fino ad ora, l’incentivo di base nella produzione del raccolto era di 4.000 dinari e di 1.200 regressi per il gasolio (60 litri di gasolio per ettaro sono regrediti a 20 dinari per litro), per un massimo di 20 ettari di terra, il che significa che gli agricoltori possono realizzare un totale di 5.200 dinari per ettaro.

Solo 22,5 miliardi di dinari saranno disponibili per i pagamenti diretti nel 2021, invece dei precedenti 24,7 miliardi.

Modificando il decreto sulla distribuzione degli incentivi all’agricoltura e allo sviluppo rurale nel 2021, per le misure di sviluppo rurale saranno pagati circa 300 milioni di dinari in meno rispetto allo scorso anno, per un totale di 1,4 miliardi di dinari.

Per le richieste invece basate sui pagamenti diretti degli anni precedenti, previste per il pagamento nell’anno in corso, invece di 2,4 miliardi di dinari le variazioni accettate dal Governo determineranno una somma di 4,7 miliardi.

La procedura per esercitare il diritto a tali incentivi inizia con la presentazione di una richiesta al Ministero delle Finanze e dell’Economia, ovvero all’Amministrazione del Tesoro, ogni anno nel periodo dal 1° marzo al 30 aprile.

Il portale “Agroklub” afferma che in base alla relazione dell’Ispettorato agricolo, a causa di costanti irregolarità con gli utenti dei fondi di incentivazione, la Direzione per i pagamenti agrari dovrebbe sospendere il pagamento di circa 383,5 milioni di dinari sulla base dei verbali rilasciati.

https://www.kamatica.com/vest/vlada-smanjila-subvencije-poljoprivrednicima/63601

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top