Il giornale “Novosti”: L’operazione segreta, “Club 100” introdurrà la Serbia alla NATO

I rappresentanti dell’ambasciata degli Stati Uniti e la NATO hanno intensificato i loro sforzi per avvicinare la Serbia all’Alleanza militare occidentale. L’obiettivo è la creazione del “Club 100”, riporta il giornale “Novosti“.

Secondo il giornale, il “Club 100” sarebbe composto da professori universitari e personaggi pubblici, con l’obiettivo di sostenere apertamente l’abbandono della neutralità militare della Serbia.

Il giornale sottolinea che questa azione si basa sulla strategia globale dell’Ovest di “eliminare l’influenza maligna della Russia nei Balcani”, si tratta di propaganda intensificata sopratutto in Serbia, ma anche nella Repubblica Srpska “, in cui i servizi segreti della NATO hanno il compito speciale di spezzare il solido legame tra Milorad Dodik e Cremlino.”

Riferendosi ad alcune “fonti ben informate”, il giornale riporta che il secondo segretario presso l’Ambasciata degli Stati Uniti, John Bowermaster, ha recentemente affermato che a metà settembre, a Fruska Gora, si riunirà un gruppo di professori per la preparazione della divulgazione della NATO. “Novosti”, tuttavia, fa notare che Bowermaster ha intenzione di lasciare il suo incarico, e che il piano iniziato finirà il suo successore John Radeford.

Si ricorda che lo scorso mese Chinchilla Molly, del Dipartimento per le attività di propaganda del comando europeo della NATO, ha visitato Belgrado. Il giornale sostiene che la Molly abbia incontrato i rappresentanti di alcune organizzazioni non governative e si sia informata circa l’atteggiamento del pubblico verso gli Stati Uniti e la NATO, per capire se questo rapporto potrebbe cambiare.

A lei non interessava se la collaborazione del Ministero della Difesa e dell’esercito con la NATO fosse ben rappresentata, , così come tutto ciò che è stato fatto per promuovere l’esercizio “Serbia 2018” organizzato dalla NATO e dal Ministero degli Interni serbo a Mladenovac in ottobre.

Al “Crowne Plaza”  si è tenuto un incontro in occasione delle esercitazioni congiunte “Serbia 2018” in cui hanno partecipato il capo della partnership euro-atlantica globale nel settore degli affari politici e della sicurezza della Nato, James Mackey e l’impiegato NATO per la Serbia Anzelik Tomsen-Barnet.
Il tema principale dell’incontro è stato il piano di promozione dell’Alleanza in Serbia.

L’ambasciata degli Stati Uniti sostiene e assiste le attività delle organizzazioni non governative impegnate nella promozione della NATO, e il giornale “Novosti” ricorda che a metà maggio presso il “Crystal” a Belgrado è stata organizzata una conferenza dal titolo “Dare forma al futuro della Serbia in età dell’incertezza”, organizzato dal Consiglio Atlantico di Serbia, che trattava dei vantaggi della cooperazione della Serbia con la NATO e gli Stati Uniti.

(https://www.b92.net/info/vesti/index.php?yyyy=2018&mm=06&dd=04&nav_category=11&nav_id=1400128)

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top