Il Gay Pride ci sarà

Aggiornamento delle ore 7.30 del 28 settembre

La parata dell’orgoglio omosessuale si terrà oggi, come pianificato.

Goran Miletic, membro del comitato organizzaztivo, ha speigato all’Agenzia di stampa Tanjug di non aver ricevuto nessuna informazione dall’Ufficio per il coordinamento della sicurezza pubblica circa la cancellazione della parata. E ha spiegato che per legge a mezzanotte scadeva il termine entro il quale le autorità avrebbero dovuto avvisare in caso di cancellazione della manifestazione, cosa che non è avvenuta. Dunque, la parata dell’orgoglio omosessuale si terrà.

Gli organizzatori del Gay Pride hanno annunciato che il ritrovo sarà alle 11.30 davanti alla sede del Governo in via Nemanjina e i manifestanti possono raggiungere il punto d’incotro atraverso tre percorsi, dalla piazza Slavija, dalla via Kneze Milosa e dalla stazione ferroviaria, dove sarà anche l’entrata per i giornalisti.

La manifestazione si svolgerà lungo la via Kneza Milosa, fino alla sede del parlamento di Serbia, per poi svoltare verso la piazza Nikola Pasic, e terminare di fronte al municipio.

Dal lato di chi si oppone alla parata, il raprresentante del movimento di ultradestra „Dveri“, Bosko Obradovic, ha detto all’Agenzia Tanjug che la notte scorsa, durante la marcia di protesta contro il Gay Pride, svoltasi senza particolari incidenti grazie all’ingente dispiegamento di forze dell’ordine, hanno invitato la gente a incontrarsi alle ore 16 davanti alla chiesa di San Sava da dove sarà organizzata una processione che passerà nelle vie cittadine centrali.

(Tanjug, 28.09.2014)

Ricordiamo che il capo della Chiesa ortodossa, il Patriarca Irinej, si era dichiarato contro lo svolgimento della parata dell’orgoglio omosessuale.

 

Share this post

scroll to top
More in diritti umani
Tutto pronto per il Gay Pride di Belgrado ma si terrà?

Scintille sul Gay pride

Close