Il francese Vinci Airports assume ufficialmente la gestione dell’aeroporto di Belgrado a seguito del pagamento di 501 milioni di euro

Vinci Airports Serbia d.o.o. Beograd ha pagato il premio di concessione una tantum di 501 milioni di euro, venerdì 21 dicembre, secondo l’accordo di concessione, ed è diventato l’operatore ufficiale dell’aeroporto Nikola Tesla per un periodo di 25 anni – ha annunciato il Governo serbo.

Il comunicato stampa afferma che la Repubblica di Serbia rimarrà proprietaria dell’aeroporto e che Vinci si impegnerà a pagare ogni anno il canone di concessione per la durata della concessione e ad effettuare investimenti nella struttura aeroportuale secondo il programma definito nell’accordo di concessione.

Il valore totale della transazione è di 1,46 miliardi di euro e, come dice il comunicato stampa, ed è 0la prima concessione “di così grande valore realizzata in Serbia”.

Alla sessione del governo, è stato determinato che Vinci Belgrade e la sua società madre, Vinci Airports SAS, avevano soddisfatto tutti i requisiti dell’accordo di concessione relativi al finanziamento, allo sviluppo attraverso la costruzione e la ricostruzione, la manutenzione e la gestione dell’infrastruttura dell’aeroporto Nikola Tesla e all’esecuzione dei doveri dell’operatore. L’accordo è stato firmato il 22 marzo 2018.

I progetti annunciati per i primi cinque anni sono la ricostruzione della pista principale, la costruzione di un’altra pista, la costruzione di nuove vie di rullaggio e la ricostruzione di quelle esistenti, la costruzione di rapide vie d’uscita, la riconfigurazione dei terminali, la costruzione di nuove strutture e l’aggiornamento dei sistemi.

È stato inoltre annunciato che Vinci intende rendere l’aeroporto di Nikola Tesla un hub regionale e aumentare il numero di passeggeri di tre volte durante la concessione.

L’aeroporto di Vinci ha annunciato che, per completare questa operazione, ha raccolto prestiti per un totale di 420 milioni di euro con scadenza per un massimo di 17 anni, da 4 istituzioni multilaterali – IFC (membro del Gruppo della Banca Mondiale), BERS (Banca Europea per la ricostruzione e lo sviluppo), Agence Française de Développement e DEG (KfW Group) – e da 6 banche commerciali (UniCredit, Intesa, Erste, Société Générale, Kommunalkredit e CIC).

I prestiti andranno ad integrare le azioni che Vinci Airports ha investito nell’operazione e copriranno il costo di concessione anticipato di 501 milioni di euro pagato all’autorità, nonché i lavori di ampliamento e di ammodernamento dell’aeroporto previsti nel contratto.

La BERS ha annunciato che l’aeroporto Nikola Tesla di Belgrado sarà trasformato in un moderno hub di trasporto al servizio della Serbia e della regione grazie al massiccio programma di investimenti della BERS.

“Il finanziamento della BERS farà parte di un pacchetto più ampio che comprenderà l’organizzazione affiliata della Banca Mondiale IFC, l’agenzia di sviluppo francese Proparco, l’equivalente tedesco DEG e le banche Banca IMI, Unicredit, Erste Group, Kommunalkredit, CIC e Société Générale.

La BERS è il principale investitore istituzionale in Serbia. Finora, la Banca ha investito oltre cinque miliardi di euro in 230 progetti ne paese.      

http://rs.n1info.com/Biznis/a446100/Vansi-uplatio-501-milion-evra-preuzima-upravljanje-aerodromom.html?fbclid=IwAR3VlgcogePd7437Lj4OehgqgtMjePh3d1Uj2JHAr6H_UfHy7KrlofCVvCQ

 

 

 

 

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top